Post

Seat, il prototipo DIANA e la guida autonoma

Immagine
Il progetto pilota di auto autonoma DIANA avviato dagli ingegneri Seat S.A. , in collaborazione con l' Automotive Technology Center of Galicia ( Centro Tecnológico de Automoción de Galicia , CTAG ), indica la via verso la mobilità del futuro e fa parte della piattaforma  Seat S.A.   Innova , uno spazio che promuove l'innovazione continua in tutte le aree dell'azienda, favorendo nuove modalità di lavoro basate sulla co-creazione e sul modello di start-up. DIANA è un progetto di innovazione nato per testare le funzioni di guida autonoma in previsione dei Sistemi Avanzati di Assistenza alla Guida ( ADAS ): una Seat Leon dotata di 5 sensori lidar , 5 radar , 6 telecamere , 12 ultrasuoni e 8 computer che gli danno una visione a 360º.  Questi elementi " generano una grande quantità di dati situazionali che vengono elaborati in millisecondi e inviati a un modulo di localizzazione", ha  spiegato Oriol Mas , Ingegnere R&D di Seat S.A . " Questo consente all

Jaguar E-type e Diabolik

Immagine
Nel lontano marzo 1961 , la Jaguar E-type fece il suo debutto mondiale al Salone di Ginevra . Esattamente in quella data, 60 anni fa , nasceva un mito, una pietra miliare nella storia dell’automobile. Linee uniche, ineguagliabili, rivoluzionaria nella progettazione, la Jaguar E-type , è il capolavoro di Malcom Sayer e di Sir William Lyons , che la resero una delle automobili più belle mai realizzate. Secondo Enzo Ferrari , " L’auto più bella mai costruita ". Prodotta dal 1961 al 1975 , 70.000 auto vendute in 14 anni, la Jaguar E-type è stata considerata un’opera d’arte, esposta al Museo MOMA di New York e, ancora oggi, è la più ambita tra i collezionisti. Nell’immaginario collettivo, la Jaguar E-type è la macchina di Diabolik : da sempre legata a questo personaggio leggenda, il celebre Re del Terrore che ha fatto la storia del fumetto grazie alla sofisticata penna delle Sorelle Giussani . Il protagonista, dal fascino senza tempo, sfreccia tra le strade della città, in

Audi S1 Hoonitron, un'elettrica per Ken Block

Immagine
La Casa dei quattro anelli ha presentato Audi S1 Hoonitron , la vettura full-electric con trazione integrale quattro elettrica che il funambolo americano Ken Block guiderà nel prossimo video della celebre serie Gymkhana . Il design del prototipo trae ispirazione dalla mitica Audi S1 Pikes Peak , vincitrice nel 1987 della cronoscalata più celebre al mondo con al volante Walter Röhrl . " Audi S1 Hoonitron evoca i fasti delle Audi degli anni ‘80 ", ha affermato Ken Block , la cui passione per le auto da rally dei quattro anelli ha contribuito al background da pilota. " L’aerodinamica è stata interpretata in chiave totalmente moderna. Un risultato straordinario considerando come i designer Audi si siano ispirati al passato del Brand, proiettandolo nel futuro ".  Dotata di due motori elettrici , della trazione integrale quattro elettrica , di una potenza travolgente e una scocca in fibra di carbonio , Audi S1 Hoonitron è stata guidata a novembre, per la prima volt

1966 Opel Rekord-C

Immagine
Presentata cinquantacinque anni fa, nell’estate del 1966 , la terza generazione della Opel Rekord , prima vettura sviluppata al Centro Prove Opel di Dudenhofen , fu solo apparentemente simile al modello che l’aveva preceduta. In realtà, si trattò di una vettura completamente diversa, sia stilisticamente, sia meccanicamente. Il pubblico l’apprezzò immediatamente. La Opel Rekord-C non si distinse solo per il suo design piacevole dalla coda sfuggente, ma anche per un comportamento su strada completamente nuovo, frutto dell'abbandono del sistema di sospensione a balestra in favore di un assale posteriore con molle elicoidali. " Il successo ottenuto con questo cambiamento è enorme ", scrisse all’epoca Heinz Kranz sulla rivista Hobby . " Lo si comprende appieno solo quando la nuova Opel Rekord esce in piena velocità da una serie di curve per infilarsi in un tratto del percorso di prova con una pavimentazione piena di buche e cunette: nelle curve un comportamento sportiv

2022 Mazda2 Hybrid

Immagine
La nuova Mazda2 Hybrid , in vendita da primavera 2022 in tutta Europa , introduce per la prima volta nella gamma Mazda la tecnologia di propulsione totalmente ibrida. La Mazda2 Hybrid è una full hybrid che abbina un motore benzina 3 cilindri di 1.490  cm 3 , 93 CV DIN/68 kW con un motore elettrico da 59 kW , per una potenza totale combinata del sistema di 116 CV DIN/85 kW . La Mazda2 Hybrid accelera da 0 a 100 km/h in 9,7 secsondi e raggiunge una velocità massima di 175 km/h . Nel ciclo combinato WLTP offre un consumo di 4,0-3,8 l/100 km ed emissioni di  CO 2  pari a 93-87 g/km (con l'adozione dei cerchi di 16" o di 15" ). All'avvio, il veicolo funziona automaticamente in modalità EV . Durante la marcia normale, la spinta viene ripartita tra motore a benzina e motore elettrico, al fine di trovare il compromesso migliore tra consumi e prestazioni. In fase di decelerazione e in frenata, l'energia cinetica viene recuperata come energia elettrica e immag

Nissan, il prototipo di rover lunare con tecnologia e-4ORCE

Immagine
All’evento Nissan Futures , Nissan Motor Co., Ltd.  ha svelato il prototipo di rover lunare sviluppato in collaborazione con JAXA ( Japan Aerospace Exploration Agency ). Lo Space Exploration Innovation Hub Center di JAXA effettua ricerche sui rover lunari, una tecnologia fondamentale per l’esplorazione dello spazio, e da gennaio 2020 collabora con Nissan sui sistemi di controllo dei rover. I rover lunari devono essere in grado di muoversi su terreni polverosi, rocciosi e sconnessi e sfruttare al meglio le poche risorse energetiche disponibili. La ricerca di Nissan applica a questo contesto la tecnologia di controllo del motore di Nissan LEAF e la tecnologia e-4ORCE di Ariya , con controllo della trazione a ruote indipendenti, che aumenta le prestazioni del rover lunare sui terreni accidentati. Nissan si è concentrata sullo sviluppo di tecnologie che possano garantire la massima stabilità e sicurezza durante la guida ed e-4ORCE offre al cliente il massimo controllo in ogni circ

Bosch, l’industria automotive e la produzione basata sul software

Immagine
Più veloce, più flessibile, più efficiente: sono queste le caratteristiche che vengono tipicamente richieste nello sviluppo dei sistemi di produzione per l’automotive. Per realizzare questo obiettivo, le attività produttive odierne necessitano di una base tecnologica nuova. È esattamente ciò che si propongono di portare a termine, nel corso dei prossimi tre anni, le trenta aziende che partecipano al progetto di ricerca SDM4FZI ( Software-Defined Manufacturing for the Vehicle and Supplier Industry ), sotto la guida di Bosch , dell’ Università di Stoccarda e del Karlsruhe Institute of Technology ( KIT ). Il loro obiettivo è progettare software in grado di eseguire in modo flessibile la pianificazione, la gestione e le modifiche in ogni area, dai singoli componenti fino ad intere fabbriche. Nell’industria automobilistica, consentirà di aumentare il numero di versioni e di apportare più rapidamente le modifiche a modelli e prodotti. Migliorerà anche la competitività. Il Ministero dell&#

Toyota C+pod

Immagine
Toyota ha annunciato che amplierà le vendite del veicolo elettrico a batteria ultracompatto Toyota   C + pod  ( BEV ) a tutti i clienti aziendali e municipali ed estenderà la disponibilità al grande pubblico, a partire dal 23 dicembre scorso. Il veicolo è stato lanciato lo scorso anno (sempre nel mese di dicembre) per l'impiego presso le attività di clienti aziendali e municipali selezionati. Al momento, solo sul mercato giapponese. Tutti i veicoli saranno offerti in Giappone con contratti di leasing attraverso le concessionarie Toyota e le agenzie di noleggio e leasing Toyota , sempre in Giappone . Il  Toyota   C + pod  è un veicolo elettrico a batterie con due posti. È stato progettato come opzione di mobilità per gli utenti che percorrono quotidianamente brevi distanze con pochi passeggeri. La sua commercializzazione, al momento, è prevista come già anticipato solo in Giappone . Tutte le altre informazioni, al momento in cui scriviamo, sono disponibili, purtroppo solo in giapp

Audi, gli anniversari del 2022

Immagine
Il prossimo anno ricorreranno anniversari che saranno testimonianza di alcune pietre miliari della storia di Audi . Dai 50 anni dall’unveiling di Audi 80 , antenata di un’icona del Marchio quale Audi A4 , ai 90 anni del logo dei quattro anelli , evocativo della fusione delle aziende Audi , DKW , Horch e Wanderer , passando per il debutto nel 1977 del motore a 5 cilindri , da oltre quarant’anni espressione del DNA Audi , e lo straordinario record di Audi Sport quattro S1 alla Pikes Peak del 1987 . Sopra, l' Audi sport quattro del 1983 con motore a 5 cilindri . Doveva essere moderna, ma non alla moda ; una familiare con i piedi per terra e un prezzo non troppo esclusivo. Nacque così, nel 1972 , Audi 80 , identificata internamente con la sigla B1 . Seguendo il processo costruttivo solitamente riservato alle vetture da competizione, Ludwig Kraus , Responsabile Sviluppo dell'epoca, fece analizzare ai propri collaboratori ogni dettaglio dell’auto, così da ridurne radicalmen

Gruppo Volkswagen, nuova società europea per il business delle batterie

Immagine
Il Gruppo Volkswagen fonda una società europea ( Société Européenne ) per consolidare le attività lungo la catena del valore delle batterie, dalla lavorazione delle materie prime allo sviluppo di una cella unificata del Gruppo, alla gestione delle gigafactory europee. Il campo d'azione della società includerà nuovi modelli di business basati sul riutilizzo delle batterie dismesse e sul riciclo delle preziose materie prime che queste contengono. In questo modo il Gruppo sta creando strutture efficienti e a prova di futuro per il business delle batterie, in rapida espansione. Nel quadro della propria strategia NEW AUTO , il Gruppo Volkswagen punta a diventare leader a livello globale per i veicoli elettrici. A tal fine sta ampliando le proprie attività legate alle batterie, facendone una delle sue competenze chiave.  Thomas Schmall , Membro del Consiglio di Amministrazione per la Tecnologia del Gruppo Volkswagen e CEO di Volkswagen Group Components , e quindi responsabile per batte

2022 Toyota GR86, design e note di aerodinamica

Immagine
Il design esterno della Toyota GR86 è un'evoluzione del look slanciato della Toyota GT86 , e segue il classico schema motore anteriore/trazione posteriore adottando spunti stilistici che fanno riferimento ad alcune delle grandi auto sportive Toyota del passato, come la Toyota 2000GT e la Toyota AE86 Corolla . Il concetto formale complessivo si avvicina a quello delle fastback. Le dimensioni complessive sono simili a quelle della Toyota GT86 , ma in particolare l'altezza è stata ridotta di 10 mm (a 1.310 mm ) e sono stati aggiunti 5 mm al passo ( 2.575 mm ). L'abbassamento del baricentro è fondamentale per migliorare la maneggevolezza e l'esperienza di guida dell'auto, supportato da un abbassamento di 5 mm del punto d'anca del guidatore. I nuovi fari a LED hanno una disposizione interna a forma di L come quelli della Toyota GR Supra , mentre la nuova griglia ha un motivo a maglia, denominato G-motif , esclusivo GR . La finitura del paraurti anteriore ha u

ZF Rescue Connect collega in rete le squadre di soccorso

Immagine
Durante le operazioni di soccorso a seguito di un incidente, i secondi possono essere cruciali per salvare delle vite. Quanto meglio e più velocemente la gestione delle emergenze e le forze di soccorso sono informate sulle vittime dell'incidente, sullo stato di tutti i veicoli coinvolti e delle attrezzature di soccorso, tanto più possono agire efficacemente. Nell'immagine sopra, ZF Rescue Connect collega in rete le squadre di soccorso durante le operazioni e fornisce loro, in tempo reale, tutte le informazioni importanti sullo stato dei veicoli e delle attrezzature impiegate. La nuova soluzione digitale ZF Rescue Connect collega in rete le squadre di soccorso durante le operazioni e fornisce loro, in tempo reale, tutte le informazioni importanti sullo stato dei veicoli e delle attrezzature impiegate. " Con ZF Rescue Connect , offriamo la prima soluzione di connettività completa e indipendente dal costruttore per le squadre di soccorso in Europa ", ha spiegato  Flori

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Goodyear, il pneumatico con il 70% di materiali a ridotto impatto ambientale

1972 Opel Rekord Diesel, sono già passati 50 anni

Audi, la seconda vita delle batterie

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Continental UltraContact, il pneumatico estivo ad elevata tecnologia

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

2020 Toyota GR Yaris, tre versioni sportive all'insegna del piacere di guida: RZ, RS e RC

Toyota GR GT3 Concept, Toyota GRMN Yaris e Toyota bZ4X GR SPORT Concept