Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Veicoli speciali

BMW M3 CS

Immagine
Il powertrain della nuova BMW M3 CS prevede un motore 6 cilindri in linea da 405 kW/550 CV , un cambio M Steptronic a 8 rapporti e il sistema di trazione integrale intelligente M xDrive . Questi elementi combinati tra loro consentono un'accelerazione da 0 km/h a 100 km/h in soli 3,4 s . La velocità massima è limitata elettronicamente ed è pari a 302 km/h . La nuova BMW M3 CS sarà costruita in serie limitata presso lo stabilimento del BMW Group di Monaco a partire da marzo 2023 e il lancio partirà nello stesso mese. Stati Uniti , Germania , Regno Unito e Giappone saranno le regioni di vendita più importanti per il nuovo modello in edizione speciale. Il motore è una versione potenziata dell'unità a 6 cilindri in linea  con tecnologia M TwinPower Turbo sviluppato per i modelli BMW M3 e BMW M4 . Questa unità di 3,0 l costituisce anche la base del motore che ha portato la BMW M4 GT3 a conquistare il titolo DTM per auto da turismo per la prima volta nel 2022. L'aum

Audi Sport quattro

Immagine
Al Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra del 1980 , una coupé sportiva suscitò grande clamore: sulla calandra spiccava il logo dei quattro anelli, mentre sotto la scocca operava la trazione integrale quattro. Audi quattro , icona del Brand, fu la prima vettura europea equipaggiata con la soluzione 4WD : una scelta tecnica rivelatasi sin dagli albori perfetta per ottenere leggerezza, compattezza, efficienza e ridotte perdite meccaniche. La coupé Audi quattro esordì nel Motorsport all’inizio del 1981 , in occasione dello Jänner Rallye in Austria . Da allora, il sistema di trazione integrale progettato dalla Casa di Ingolstadt ha rivoluzionato il mondo dei rally e del Motorsport.  Per confermare i vantaggi competitivi nei confronti della concorrenza, dall’estate del 1982 , Audi iniziò a sviluppare una variante a passo corto, introducendo una riduzione del passo di 320 mm . Nacque così, nel 1984 , Audi Sport quattro .  Il 5 cilindri turbo di 2,1 l , forte della distribuzio

Audi Sport GmbH

Immagine
Fondata nel 1983 per tutelare la denominazione quattro , quattro GmbH , consociata di AUDI AG , era inizialmente specializzata nella commercializzazione di accessori d’alto livello. Nel 1995 , quattro GmbH presentò i primi modelli Audi personalizzati, tra i quali Audi A8 e Audi Cabriolet , per poi evolvere in costruttore nel 1996 . Nell'immagine sopra, l' Audi S6 Plus . La prima vettura realizzata da quattro GmbH fu l' Audi S6 plus , introdotta nel 1997 . Disponibile nelle configurazioni berlina e Avant , grazie al possente V8 4.2 aspirato da 326 CV poteva contare su prestazioni da vera sportiva. Ad Audi S6 plus fece seguito la prima generazione di Audi RS 4 ( B5 ), primo modello RS  firmato quattro GmbH . Sopra, l' Audi RS 4 Avant B5 . La vettura, mossa da un V6 biturbo da 380 CV , venne prodotta a Neckarsulm in 6.043 esemplari ben presto divenuti da collezione. Poco dopo l’inizio del nuovo millennio, quattro GmbH dovette decidere quale vettura, dopo Audi R

RENAULT MÉGANE R.S. ULTIME

Immagine
RENAULT  ha svelato una serie limitata di RENAULT MÉGANE R.S. per celebrare la ricchissima storia della berlina sportiva compatta tutta francese.  RENAULT MÉGANE R.S. ULTIME  è un modello da collezione che pone fine, dopo 20 anni, alla prestigiosa saga iniziata nel 2003 . Basata su  RENAULT MÉGANE R.S. TROPHY ,  RENAULT MÉGANE R.S. ULTIME  la migliora ulteriormente con un look esclusivo e un equipaggiamento più che completo. Dalla primavera 2023 , sostituirà  RENAULT MÉGANE R.S.  e  RENAULT MÉGANE R.S. TROPHY . Design unico con stripping esclusivi che rimandano alla nuova visual identity di  RENAULT  e accenti neri che ne sottolineano la sportività, ma anche un equipaggiamento più che completo. 1.976  saranno le unità numerate, in omaggio all’anno in cui è stata fondata RENAULT SPORT , e firmate da Laurent Hurgon , il pilota e preparatore che ha stabilito diversi record in pista con  RENAULT MÉGANE R.S.   RENAULT MÉGANE R.S. ULTIME  pone fine alla prestigiosa storia di RENAULT SPORT

PEUGEOT INCEPTION CONCEPT

Immagine
PEUGEOT INCEPTION CONCEPT inaugura una nuova era e incarna la visione del Brand per i futuri veicoli elettrici. Primo manifesto del design PEUGEOT guidato da Matthias Hossann , PEUGEOT INCEPTION CONCEPT esprime la profonda trasformazione del Marchio. Con il suo  i-Cockpit ®  di nuova generazione e il suo sistema di controllo HYPERSQUARE , rivoluziona il piacere di guida proponendo una nuova gestualità intuitiva. Con il suo innovativo concetto di vetro panoramico Skyspace , regala nuove emozioni e sensazioni. Il suo abitacolo crea un nuovo spazio interno e l'architettura innovativa è arricchita da materiali che giocano con i loro riflessi colorati, per evitare il nero e ridefinire la nozione di durata nel tempo grazie a nuove tecniche. PEUGEOT INCEPTION CONCEPT apre nuove prospettive con un’architettura audace, derivata dalla generazione di piattaforme BEV-by-design e offre dimensioni generose, che evidenziano l’eccellenza delle sue innovazioni. Questo manifesto ispirerà i fut

Opel Astra OPC

Immagine
Le versioni OPC risalgono a oltre venti anni fa. Nell’autunno del 2002 , fecero la loro comparsa le nuove Opel Astra OPC 3 porte e Opel Astra OPC Station Wagon , una coppia di vetture con velleità sportive. Il motore 2 litri ECOTEC turbo-benzina da 200 CV ( 147 kW ), che equipaggiava entrambe le vetture, consentiva prestazioni di valore assoluto: 240 km/h di velocità massima per la 3 porte, 231 km/h per la Station Wagon. Quest'ultima, in particolare, rappresentava qualcosa di veramente unico nel segmento delle automobili compatte: nessun altro costruttore offriva all’epoca un'analoga combinazione di potenza, praticità ed abitabilità in questo segmento di mercato ad un prezzo altrettanto competitivo. Gli specialisti dell' Opel Performance Center ( OPC ) avevano adeguato sospensioni, ruote e freni della Opel Astra alle prestazioni potenziali delle nuove versioni. Tutto questo, insieme alle caratteristiche del 4 cilindri 16 valvole turbo benzina , portava ad un'en

CITROËN e Asterix

Immagine
CITROËN , PATHÉ , TRÉSOR FILMS  e le EDITIONS ALBERT RENÉ  hanno annunciato la loro collaborazione nel film Asterix & Obelix: Il Regno di Mezzo . Prodotto da  PATHÉ ,  TRÉSOR FILMS  e LES ENFANTS TERRIBLES e diretto da Guillaume Canet , questo lungometraggio arriverà nelle sale italiane il 2 febbraio 2023 . Per  CITROËN  è un nuovo tipo di collaborazione, con la creazione e la costruzione di un carro concept appositamente per le esigenze di questo film. Una sfida senza precedenti. Coinvolte in questo progetto fin dall'inizio, le equipe dello stile di  CITROËN  hanno realizzato questo tour de force in tre mesi, mentre il tempo che intercorre tra lo schizzo e la realizzazione di un concept è solitamente di un anno. " L'incontro tra queste due leggende della cultura francese non poteva che essere straordinario. Le équipe di  CITROËN  e le equipe cinematografiche di Asterix hanno lavorato insieme con reciproco rispetto fin dall'inizio. Abbiamo avuto l'incredibi

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Ecco come riconoscere il malfunzionamento della valvola EGR

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso

Audi adegua l'intera gamma alla normativa Euro 6 d-ISC-FCM superando il ciclo WLTP 3.0

Il funzionamento della valvola by-pass o blowby nei motori turbo, spesso definita anche valvola pop-off

Continental PremiumContact 6 e CrossContact RX per Kia EV6

2020 Ford Puma Titanium X 1.0 Ecoboost Hybrid 125 CV, il meglio di ogni mondo

Il motore Honda B16 e il sistema VTEC

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Il grasso dielettrico, cos'è e perché è così importante?