Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Produzione

Post-Industrial Recycled (PIR) TPE per la realizzazione degli interni nel settore automobilistico

Immagine
KRAIBURG TPE  ha integrato il portafoglio prodotti per le case auto e per i loro fornitori, proponendo un importante contributo per l’adempimento alle quote di riciclaggio e sostenendo la riduzione del carbon footprint nelle applicazioni per gli interni delle vetture: la serie Post-industrial Recycled TPE per Interni contiene fino al 38% di materiale riciclato , fornendo al mercato dell’automobile un’alternativa sostenibile ed affidabile ai materiali standard. Inoltre, sono state rese disponibili le informazioni necessarie per l’analisi del Product Carbon Footprint ( PCF ). Il settore automobilistico richiede l’adempimento degli standard delle case automobilistiche e la rispondenza alle norme specifiche del settore, che sono finalizzate a soddisfare le elevate esigenze dei consumatori in merito agli abitacoli delle automobili, senza trascurare i costi che devono rimanere sempre sotto controllo.  Per supportare le case automobilistiche ed i loro fornitori, nel presente e nel futuro,

DACIA, solidità e affidabilità

Immagine
Noti per l’accessibilità e l’affidabilità, i veicoli  DACIA  sono rinomati anche per la robustezza dei componenti. Capita spesso di vedere DACIA Logan e DACIA Duster con diverse centinaia di migliaia di chilometri sul tachimetro! Questa reputazione non è casuale. I segreti della longevità dei veicoli  DACIA  sono (ancora) ben custoditi nei due laboratori situati presso il Centro Tecnico di Titu . A 45 minuti a nord-ovest di Bucarest , in Romania , gli ingegneri della Marca testano minuziosamente la qualità e la resistenza dei materiali interni ed esterni di tutti i modelli. Il loro obiettivo? Garantire ai clienti che il veicolo resisterà alla prova del tempo. Il loro metodo? L’invecchiamento accelerato. Come garantire ai clienti che il nuovo modello sarà in grado di mantenere il suo buono stato per tanti anni e, potenzialmente, per diverse centinaia di migliaia di chilometri? La risposta per  DACIA  sta a Titu , dove ogni anno vengono realizzati migliaia di test per verificare la re

Nissan, nuovo prototipo di impianto per produzione di batterie a stato solido

Immagine
Nissan presenta un nuovo prototipo di impianto per la produzione di batterie allo stato solido , situato all'interno del Nissan Research Center nella prefettura di Kanagawa . Nell'ambito del piano strategico a lungo termine Ambition 2030 , Nissan lancerà un veicolo elettrico con batterie allo stato solido sviluppate internamente entro l'anno fiscale 2028 . Realizzerà, inoltre, una linea di produzione pilota presso il suo stabilimento di Yokohama nell'anno fiscale 2024 , per la realizzazione di prototipi. Nissan ritiene che il costo delle batterie allo stato solido possa scendere a 75 dollari per kWh entro l'anno fiscale 2028 e a 65 dollari per kWh in seguito, portando alla parità di costo tra veicoli elettrici e veicoli a benzina. Si prevede che le batterie allo stato solido saranno una tecnologia rivoluzionaria per accelerare la popolarità degli EV . Queste batterie, infatti, hanno una densità di energia circa doppia rispetto alle tradizionali batterie agl

Tecnologie Bosch per Maserati Grecale

Immagine
Prosegue la stretta collaborazione tra Bosch e Maserati . La casa di Modena, infatti, ha scelto di affidarsi ancora una volta all’azienda tedesca come partner tecnologico per il suo nuovo modello: la Maserati Grecale . Bosch ha fornito i componenti e le tecnologie per la sicurezza , il comfort e il powertrain . Per agevolare le manovre e garantire un parcheggio sicuro e confortevole, la nuova Maserati Grecale è equipaggiata con il Park Pilot System (dotato di una centralina e 10 sensori a ultrasuoni ) nella versione entry level e con il Multi Camera System ( Surround View 2D ) nelle versioni di gamma alta, entrambi firmati Bosch .  Quest’ultimo sistema è costituito da una centralina , 4 telecamere a corto raggio e da 12 sensori a ultrasuoni , tutti forniti da Bosch . Nello specifico, le telecamere offrono al conducente una panoramica a 360° durante le manovre di guida, mentre i sensori calcolano le distanze dagli ostacoli e monitorano lo spazio in fase di parcheggio e manovra.

PEUGEOT, nuovi accessori grazie alla stampa 3D

Immagine
PEUGEOT reiventa gli accessori per l’auto grazie alla tecnologia innovativa della stampa 3D e a un nuovissimo polimero morbido. Una gamma di accessori che comprende un portaocchiali, un porta-lattine e un porta-telefono/porta-carte è stata creata appositamente per la recente PEUGEOT 308 ed è disponibile nella boutique online PEUGEOT Lifestyle . Questa è la prima volta che la tecnologia di stampa 3D viene utilizzata su accessori automobilistici, un'innovazione che è molto promettente per l'intera industria dell’auto. Risultato di un lavoro comune dei team di Design , Prodotto e Ricerca & Sviluppo di PEUGEOT in collaborazione con HP Inc. , Mäder ed ERPRO , questi accessori sono stampati in 3D utilizzando la nuova tecnologia di stampa 3D HP Multi Jet Fusion ( MJF ). L'obiettivo è offrire prodotti innovativi, piacevoli al tatto, leggeri, solidi e facili da usare, e che esaltano il benessere interno offerto da PEUGEOT 308 e dal suo nuovo PEUGEOT i-Cockpit® . L'

Nissan, la piattaforma CMF-EV per veicoli elettrici debutta su Nissan Ariya

Immagine
Nissan  ha svelato i dettagli della piattaforma CMF-EV , l’innovativa architettura al debutto in Europa su Nissan Ariya , il nuovo crossover coupé 100% elettrico.  Nissan Ariya  è la prima vettura dell’ Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ad adottare questa nuova piattaforma, per la quale Nissan è leader. Soprannominata il magico tappeto volante , per la sua estrema versatilità e le immense possibilità offerte a progettisti e designer, la nuova piattaforma sarà la base per una vasta gamma di modelli EV Nissan e supporterà la realizzazione della visione aziendale a lungo termine Ambition 203 0. Entro il 2030 , inoltre, sulla nuova piattaforma saranno realizzati 15 modelli elettrici dell’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi , contribuendo a massimizzare l’efficienza produttiva dei tre partners, in linea con gli obiettivi fissati nel piano comune Alliance 2030 . La piattaforma CMF-EV avrà un ruolo fondamentale nell’offerta Nissan di nuovi emozionanti crossover elettrificati in Europa .

Bosch è partner per lo sviluppo della linea di produzione Industry 4.0 di Maserati MC20

Immagine
Bosch Rexroth , società del Gruppo Bosch e leader nelle tecnologie di automazione per il mondo industriale, è partner di Maserati nello sviluppo della linea di produzione Industry 4.0 della Maserati MC20 presso la storica sede della Casa del Tridente a Modena . Il Gruppo Bosch è pioniere da oltre 10 anni di questa nuova rivoluzione industriale. Il futuro della fabbrica è adattabile, connesso e modulare secondo Bosch che, nel tempo, è diventata fornitore e utente, non soltanto testando questa moderna forma di produzione nei suoi stabilimenti, ma anche introducendo soluzioni consolidate sul mercato. In questa visione l'uomo non segue più la macchina, ma accade il contrario. I prodotti partecipano attivamente alla loro produzione, navigano da soli attraverso il processo della linea e comunicano con uomini e macchine.  Macchine e robot si riconfigurano costantemente, veicoli per il trasporto autonomo consegnano i componenti, sofisticati sistemi robotici prelevano i pezzi in lavor

Volkswagen Maggiolino, quando la produzione superò quella della Ford Model T

Immagine
Il 17 febbraio 1972 è una data fondamentale nella storia della Volkswagen : con oltre 15 milioni di unità uscite dalla linea di produzione, il Volkswagen Maggiolino superò il record di produzione dell'auto più costruita al mondo fino a quel momento, la Ford Model T . Per celebrare il traguardo raggiunto, Volkswagen creò una serie speciale del Volkswagen Maggiolino , denominata Der Weltmeister ( il campione del mondo , in tedesco). Le notevoli cifre di vendita della Volkswagen per eccellenza permisero di investire nel futuro e di scrivere una nuova storia di successo con la Volkswagen Golf del 1974 . All'inizio degli anni '70 , l’allora Volkswagenwerk AG era in una fase di rinnovamento. L'Azienda doveva superare grandi sfide: la concorrenza sempre più agguerrita, i mercati saturi e le nuove esigenze dei clienti portarono a un ambiente di mercato difficile.  La Casa di Wolfsburg stava contrastando i primi segni di crisi con misure di riduzione dei costi nelle oper

BMW Group utilizza sempre più acciai a basso contenuto di carbonio

Immagine
Il BMW Group continua a ridurre le emissioni di  CO 2  nella sua rete di fornitori come parte delle sue ambiziose attività di sostenibilità. Un importante contributo è dato anche dalla produzione di acciaio effettuata impiegando gas naturale o idrogeno ed energia verde, anziché risorse fossili come il carbone. Il BMW Group ha ora firmato un accordo con Salzgitter AG per la fornitura di acciaio a basso contenuto di carbonio. L'acciaio sarà usato nella produzione standard di automobili negli stabilimenti europei del BMW Group a partire dal 2026. Con questo gesto, il BMW Group amplia l’approvvigionamento di acciaio a basso contenuto di carbonio su due fornitori. L'obiettivo è quello di utilizzare l'acciaio a basso contenuto di carbonio per soddisfare oltre il 40% della domanda nei suoi stabilimenti europei entro il 2030, riducendo così le emissioni di  CO 2  fino a 400.000 tonnellate all'anno . " Questo è un passo importante nella riduzione sostanziale delle emi

Pirelli P Zero per Alfa Romeo Tonale

Immagine
Pneumatici Pirelli P Zero sviluppati ad hoc equipaggiano la nuova Alfa Romeo Tonale , la prima auto di serie elettrificata per il marchio italiano. Nella misura 235/40R20 96V XL , i Pirelli P Zero sono adottati in primo equipaggiamento sulle diverse tipologie di motorizzazione di Alfa Romeo Tonale : Hybrid , Plug-in Hybrid Q4 e diesel . I Pirelli P Zero per la nuova Alfa Romeo Tonale sono stati sviluppati per enfatizzare le doti sportive dell’auto e offrire le performance di sicurezza su asfalto asciutto o bagnato. La sinergia dei pneumatici con il veicolo è il primo obiettivo della strategia Perfect Fit di Pirelli e la marcatura AR sul fianco dei Pirelli P Zero certifica che le gomme sono state sviluppate ad hoc per Alfa Romeo Tonale . Per la realizzazione dei Pirelli P Zero per Alfa Romeo Tonale è stata condotta una collaborazione tra i team d’ingegneri dei due brand milanesi, iniziata dalla concept tyre per la prima Alfa Romeo Tonale esposta al Salone di Ginevra del 2019

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

USAG, il giravite elettrico 324 XP

Auto presidenziali russe: le nuove Aurus

2020 Ford Puma Titanium X 1.0 Ecoboost Hybrid 125 CV, il meglio di ogni mondo

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso

Formula Italia, a 50 anni dall'esordio

Il funzionamento della valvola by-pass o blowby nei motori turbo, spesso definita anche valvola pop-off

Porsche 911 Sport Classic

Abarth 695 Tributo 131 Rally

Post-Industrial Recycled (PIR) TPE per la realizzazione degli interni nel settore automobilistico