Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Le auto dimenticate

I 25 anni della Mercedes-Benz SLK

Immagine
Venticinque anni fa, con il suo concept rivoluzionario la prima generazione di Mercedes-Benz SLK destò grande sorpresa e non solo tra gli appassionati di roadster: grazie al suo tetto ripiegabile in metallo, in 25 s , la Mercedes-Benz SLK (serie  R 170 ) riusciva a trasformarsi da scoperta a coupé, con un tetto fisso in acciaio insonorizzato. E si distinse anche per i punteggi sorprendenti, per esempio nel campo della sicurezza, grazie ad una serie di ulteriori innovazioni. Sopra, il designer Michael Mauer con i bozzetti della Serie 170. La  Mercedes-Benz SLK  si dimostrò eccellente in tutti i crash test rilevanti, incluso il rollover test. Il concept di costruzione leggera con magnesio , tra gli altri materiali, permise di ridurre la massa della versione base della  Mercedes-Benz SLK 200  portandola a soli 1.270 kg .  Nel 2004, nello stabilimento di Brema erano state costruite 311.222   Mercedes-Benz SLK  della serie R 170 . Attraverso tre generazioni , che coprono le serie  R 170

La storia di Jujiro Matsuda e la nascita di Mazda Motor Corporation

Immagine
Matsuda , Mazda , Mukainada : questi tre nomi si intrecciano indissolubilmente lungo tutta la storia di Mazda . Come una famiglia, un dio e un posto molto speciale hanno dato origine allo Spirito di Sfida che tuttora caratterizza l’Azienda. Quando Jujiro Matsuda uscì dal suo barbiere preferito di Hiroshima per il suo 70° compleanno, aveva tutte le ragioni per essere contento. Si era appena tagliato i capelli per l’occasione, come da anni era sua abitudine. Nell'immagine sopra,  Jujiro Matsuda nel 1921. Di umili origini, aveva fatto fortuna diventando un uomo d’affari di successo e molto considerato, una vera storia dalle stalle alle stelle che sembra uscita da una sceneggiatura hollywoodiana. E aveva tutte le ragioni di credere che avrebbe trasmesso un’attività fiorente a suo figlio che, da parte sua, stava iniziando a mostrare il suo acume negli affari. Era il 6 agosto 1945 , il giorno in cui sul centro della città di Hiroshima venne sganciata la bomba atomica. Un giorno che

Volkswagen Polo, una storia da raccontare

Immagine
Una piccola auto che scrive una grande storia: quando, nel 1975 , la Volkswagen Polo ampliò la famiglia Volkswagen , il nuovo modello venne sottovalutato da molti. Non s'era mai vista una Volkswagen così piccola. Ma, com'è noto, la vera grandezza sta nei dettagli. Così la Volkswagen Polo si affermò con la forza della sua originalità: venduta in oltre 18 milioni di esemplari in tutto il mondo, la Volkswagen Polo è oggi una delle vetture di maggior successo della sua categoria. Nell'immagine qui sopra, il frontale delle prime quattro generazioni della Volkswagen Polo. La  Volkswagen Polo  plasma il segmento B. Si fa sempre valere per le sue soluzioni non convenzionali e avveniristiche e, nonostante le dimensioni compatte, offre uno spazio sorprendentemente ampio per le innovazioni.  Ciò che la contraddistingue attraverso tutte le generazioni è un design preciso e senza tempo. Efficiente, adatta alla famiglia e divertente da guidare, piccola ma dinamica, sportiva per il tem

1972 Opel Rekord D

Immagine
La Opel Rekord D , che festeggia il 50° compleanno nel gennaio 2022, doveva sostituire un modello molto importante. La vettura uscente aveva raggiunto la notevole cifra di oltre 1,2 milioni di unità costruite, un ottavo di tutte le vetture realizzate da Opel in 70 anni di produzione automobilistica. Ciò, affermava un comunicato stampa Opel dell’epoca, dimostrava che il mercato " non poteva permettersi di perdere una vettura come la Rekord ". Il ruolo decisivo svolto da questo modello nel mondo dell’automobile sarebbe pertanto passato al giovane successore, entrato in produzione nel dicembre 1971. La Opel Rekord D mantenne tutte le promesse e ciò non le impedì di prendere la propria strada. Per esempio, a differenza della Opel Rekord C , la cui " forma a bottiglia di coca cola " nella zona del montante posteriore era stata influenzata dal linguaggio stilistico degli analoghi modelli nordamericani, il design della nuova vettura aveva caratteristiche europee.  Lo st

Tributo Aldo Brovarone, nove Lancia Gamma Coupé in esposizione al Museo dell'Automobile di Torino

Immagine
Martedì 12 ottobre, a un anno esatto dalla sua scomparsa, si è tenuto il Tributo Aldo Brovarone , un viaggio che avrebbe dovuto vedere il Maestro protagonista e a bordo di una delle sue creazioni preferite, la Lancia Gamma Coupé . Un viaggio che vedrà per la prima volta insieme in versione dinamica le nove Lancia Gamma Coupé della Collezione di Andrea Levy in una sfilata che partirà all’ombra della Sacra di San Michele e che arriverà al Museo Nazionale dell’Automobile , passando per il centro di Rivoli . Al volante delle nove Lancia Gamma Coupé ci sono stati alcuni giornalisti che hanno voluto rendere omaggio al genio del Maestro Aldo Brovarone . Un convoglio di amici di Brovarone, al quale si sono aggiunti, lungo il cammino, anche altre vetture iconiche disegnate dal Maestro: si sono uniti alla parata Stola Dedica , prototipo realizzato sulla base della Fiat Barchetta , Ferrari Dino 246 gts , Lancia Beta Spider , Ruf RKSpyder Studiotorino , Alfa Romeo Duetto  e Peugeot 504 Coupé .

Citroën Traction Avant, la prima auto di serie a trazione anteriore

Immagine
Nel 1933 , André Citroën aveva dotato le sue vetture costruite in grande serie di tutti i più moderni dispositivi e di ogni comfort: dal servofreno pneumatico Westinghouse al motore flottante (ovvero sospeso su supporti elastici che ne riducevano drasticamente le vibrazioni), da carrozzerie più aerodinamiche con le nuove calandre studiate da Flaminio Bertoni alla monoscocca che, unita alla costruzione tutto acciaio , le rendeva robuste e leggere. Il suo fine era democratizzare la tecnologia, perché, come amava ripetere, " il progresso è nulla senza la sua diffusione ". Un giorno, André Citroën venne contattato telefonicamente da Gabriel Voisin , un industriale francese che, durante la Prima Guerra Mondiale , aveva fornito alle forze armate francesi oltre diecimila aerei e che era poi passato alla produzione di auto di lusso.  Purtroppo l’onda lunga della crisi del ‘29, quella del tragico venerdì nero di Wall Street , era arrivata a lambire anche il Vecchio Continente e

1966 Maserati Mexico

Immagine
Il 6 ottobre 1966 apriva i battenti la 53esima edizione del Mondial de l'automobile de Paris , e debuttava la nuova Maserati Mexico , uno dei migliori esempi di granturismo all’italiana. La  Maserati Mexico , disegnata da Vignale , era una vettura dalle linee morbide e armoniose, raffinata interpretazione di un’elegante coupé 2+2 in puro stile Maserati , ma con un potente cuore sportivo. Sotto il cofano, infatti, alloggiava la versione stradale del motore da corsa derivato dalla Maserati 450 S . Tra le auto della Casa del Tridente, la  Maserati Mexico  era il terzo modello a sfruttare questo propulsore dopo la Maserati Quattroporte e la Maserati 5000 GT . Tra le ipotesi su come si sia arrivati a battezzare questa vettura con il nome del paese centro-americano, si racconta che un importante cliente messicano aveva acquistato nel ’61 una Maserati 5000 GT Allemano appartenuta al presidente messicano Adolfo López Mateos e, dopo un incidente, l’aveva inviata a Modena per le riparaz

2006 Opel GT

Immagine
Quindici anni fa, all’inizio del 2006 , Opel riproponeva l’iconico nome GT per contraddistinguere un suo modello di serie. La Opel GT degli anni 2000 , però, era un’automobile completamente differente da quella commercializzata a cavallo degli anni '60-'70. Come una spider classica, la nuova  Opel GT  aveva una raffinata geometria delle sospensioni, assetto sportivo, posizione di guida bassa e distesa. La carrozzeria larga, la linea slanciata, il lungo cofano motore incernierato nella parte anteriore ed i ridotti sbalzi facevano sì che la nuova Opel GT avesse le tipiche proporzioni di un’automobile di questa categoria. In pratica, portava un nuovo fascino in questo segmento di mercato, grazie ad una personalità davvero inconfondibile, che era conseguenza di una forma molto accattivante fatta di contrasto tra spigoli vivi e superfici arrotondate. Linee spigolose e superfici tese conferivano alla nuova Opel GT un aspetto incisivo e sportivo. Il frontale era dominato dalle for

1996 Mercedes-Benz F 200 Imagination

Immagine
Al Salone di Parigi dell'ottobre 1996 , Mercedes-Benz presentò una concept che avrebbe anticipato un futuro allora inimmaginabile: la Mercedes-Benz F 200 Imagination . Oggi, come sappiamo, molte delle tecnologie presentate in questa concept car sono da tempo entrate a far parte della vita quotidiana dei veicoli di serie. Tutto ciò sottolinea l'importanza che assumono i processi di Ricerca&Sviluppo , quegli stessi processi che ridefiniscono continuamente le possibilità e i confini dell'automobilismo. La Mercedes-Benz F 200 Imagination mostrò come avrebbe potuto essere una grande e moderna coupé: annunciò, con il senno di poi, le caratteristiche chiave del design della Mercedes-Benz CL , che fece il suo debutto nel 1999 . La concept car originale, per chi ne fosse interessato, è visibile dal vivo all'interno del Museo Mercedes-Benz nella sezione Fascino della tecnologia  (si vedano le due immagini qui di seguito). " I computer controllano i movimenti di un'

Peugeot 308, 211 anni di Peugeot e 130 anni dalla prima auto firmata Peugeot

Immagine
Il 29 settembre 2021 Peugeot 308 è entrata in produzione nello stabilimento Stellantis di Mulhouse , esattamente a 211 anni e 3 giorni dalla fondazione della Casa . Peugeot esiste infatti dal 26 settembre 1810 , fatto che la rende l’azienda automobilistica con la più lunga storia industriale al mondo ancora oggi in attività. Ma non è la sola ricorrenza per Peugeot , perché in questo 2021 cade anche un altro importante anniversario, quello del suo ingresso nel mondo della mobilità: alla fine dell’estate 1891 , 130 anni fa , veniva consegnata in Francia la prima automobile  Peugeot  ad un cliente privato. È l’inizio di una lunga avventura.  Creato dalla volontà di un uomo e di una grande famiglia, il marchio  Peugeot  ha attraversato più di due secoli in un mondo in continua rivoluzione, adeguando continuamente i suoi prodotti e servizi alle esigenze ed aspettative dei suoi clienti. In 211 anni di storia, il nome e i prodotti  Peugeot  sono entrati in milioni di case, con automobili e

Articoli popolari

La storia di Jujiro Matsuda e la nascita di Mazda Motor Corporation

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

I proiettori Ford, tecnologia di ultima generazione per una guida notturna sempre più sicura

2020 Ford Puma Titanium X 1.0 Ecoboost Hybrid 125 CV, il meglio di ogni mondo

Il motore General Motors Cross-Fire V-8, una storia travagliata

Ford Focus, è arrivata la nuova versione

Volkswagen Polo, una storia da raccontare

Volani a doppia massa con sistema a pendolo centrifugo

Fra-Ber lancia il nuovo shop e i corsi per la linea Innovacar dedicata al detailing