Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Infrastrutture

Il Museo Mazda a Hiroshima si rinnova e apre nuovamente le sue porte al pubblico

Immagine
Il Mazda Museum di Mazda Motor Corporation , situato nella sede centrale di Hiroshima , è stato completamente rinnovato. Il museo espone veicoli e reperti d’epoca che ripercorrono la storia dell’Azienda sin dalla sua fondazione. In vista dell’apertura al pubblico fissata per il prossimo 23 maggio, sia il design degli spazi, sia le esposizioni del museo sono stati completamente rinnovati con il duplice obiettivo di fornire ai clienti e al pubblico uno spazio con il quale avvicinarsi a Mazda e rafforzare il ruolo del Museo nel comunicare il marchio Mazda . Con una combinazione di colori uniforme abbinata a luci calde e superfici in legno, gli interni e gli esterni del nuovo Museo Mazda sono stati tutti riprogettati secondo i più recenti concetti di design del marchio Mazda, offrendo ai visitatori uno spazio elegante e al contempo accogliente. Il museo dispone di dieci zone espositive diverse, con finiture e illuminazione in linea con il tema di ciascuna zona. L’intero museo è stato c

Stellantis sostiene i piani di crescita di Automotive Cells Company (ACC)

Immagine
Insieme ai suoi partner, Stellantis sostiene i piani di crescita di Automotive Cells Company ( ACC ), che intende trasformare l’attuale stabilimento Stellantis di Termoli , in Italia , in un nuovo impianto dedicato alla produzione di batterie e finalizza l’accordo per aggiungere Mercedes-Benz come nuovo partner alla pari con TotalEnergies/Saft e Stellantis . I partner si sono anche impegnati ad aumentare la capacità industriale di ACC ad almeno 120 gigawattora ( GWh ) entro il 2030 e ad ampliare lo sviluppo e la produzione di celle e moduli per batterie ad alte prestazioni di nuova generazione. " Siamo grati a tutte le persone coinvolte in questo investimento che assicurerà il futuro della grande comunità di Termoli ", ha dichiarato Carlos Tavares , CEO di Stellantis . " Trasformare l’impianto esistente per contribuire nella creazione di un futuro più sostenibile posiziona ACC come leader europeo nella produzione di batterie e riafferma, grazie alla collaborazio

BMW Group utilizza sempre più acciai a basso contenuto di carbonio

Immagine
Il BMW Group continua a ridurre le emissioni di  CO 2  nella sua rete di fornitori come parte delle sue ambiziose attività di sostenibilità. Un importante contributo è dato anche dalla produzione di acciaio effettuata impiegando gas naturale o idrogeno ed energia verde, anziché risorse fossili come il carbone. Il BMW Group ha ora firmato un accordo con Salzgitter AG per la fornitura di acciaio a basso contenuto di carbonio. L'acciaio sarà usato nella produzione standard di automobili negli stabilimenti europei del BMW Group a partire dal 2026. Con questo gesto, il BMW Group amplia l’approvvigionamento di acciaio a basso contenuto di carbonio su due fornitori. L'obiettivo è quello di utilizzare l'acciaio a basso contenuto di carbonio per soddisfare oltre il 40% della domanda nei suoi stabilimenti europei entro il 2030, riducendo così le emissioni di  CO 2  fino a 400.000 tonnellate all'anno . " Questo è un passo importante nella riduzione sostanziale delle emi

Volvo Cars e Northvolt, nuovo stabilimento di batterie a Göteborg in Svezia

Immagine
Volvo Cars e Northvolt hanno scelto la città svedese di Göteborg per realizzare un nuovo impianto di produzione di batterie che entrerà in funzione nel 2025 , creerà fino a 3.000 posti di lavoro e andrà a integrare il previsto centro di ricerca e sviluppo annunciato a dicembre da entrambe le aziende nell'ambito di un investimento di circa 30 miliardi di corone svedesi . Il nuovo stabilimento e lo stretto legame con Northvolt rafforzeranno in modo significativo la strategia di elettrificazione di Volvo Cars , che mira a produrre e vendere solo auto completamente elettriche entro il 2030 . La costruzione dell'impianto inizierà nel 2023 . Lo stabilimento produrrà celle per batterie di ultima generazione, sviluppate specificamente per essere inserite nei futuri modelli a trazione solo elettrica di Volvo e Polestar . L'impianto avrà una potenziale capacità produttiva annua di celle fino a 50 gigawattora ( GWh ), grazie alla quale si potranno fornire batterie per circa me

Il Centro Logistico Stellantis di Rivalta

Immagine
Un impianto innovativo a livello internazionale all’insegna del servizio al cliente, dell’efficienza, della sostenibilità e della sicurezza: è ciò che rappresenta il nuovo Centro Logistico Stellantis di Rivalta che è stato realizzato sulle fondamenta dello storico impianto di produzione del Gruppo Fiat che, per oltre 30 anni , ha visto nascere modelli che hanno fatto la storia dell’automobile italiana, dalla Fiat 124 Spider alla Fiat 128 , dalla Fiat Uno all’ Alfa Romeo 166 . Senza dimenticare anche la Lancia Delta . Qui sopra, l'attuale  Centro Logistico Stellantis di Rivalta . Il nuovo centro, aperto nel corso del 2021 , nonostante le difficoltà derivate dalla pandemia, per cui sono stati investiti 150 milioni di euro nell’ambito del piano industriale per l’ Italia 2019-2021 di oltre 5 miliardi di euro, supporta oltre 5.000 destinazioni , con una riduzione considerevole dei tempi di consegna a dealer e officine e un conseguente miglioramento della qualità di assistenza ai c

Continental, tecnologia ShyTech Display, Switchable Privacy Display e Conti GreenConcept per la mobilità del futuro

Immagine
Continental , azienda leader del settore Automotive orientata allo sviluppo tecnologico, guarda alla mobilità del futuro: più sicura, più connessa e più efficiente. Per oltre 150 anni, Continental ha rivoluzionato il modo in cui ci muoviamo e quest’anno, al recente CES 2022 che si è tenuto come di consuetudine nella città di Las Vegas in Nevada , ha portato la sua visione presentando soluzioni pratiche per rispondere ad alcuni degli attuali problemi di mobilità. Nell'immagine qui sopra, la  tecnologia   ShyTech Display . " Il futuro della mobilità è fatto di sistemi di trasporto più sicuri, connessi e inclusivi. Al CES 2022 , abbiamo dimostrato come intendiamo raggiungere il nostro obiettivo V ision Zero , migliorando l’esperienza a bordo del veicolo e garantendo allo stesso tempo un facile accesso, per tutti, alla nuova mobilità ", ha affermato Gilles Mabire , Chief Technology Officer , Continental Automotive . E ha poi concluso sottolineando come " le soluzioni

Audi, la seconda vita delle batterie

Immagine
Audi e il provider tedesco RWE , che distribuisce energia a oltre 120 milioni di persone in Europa e Nord America , collaborano per dare una seconda vita alle batterie automotive esauste. RWE ha inaugurato un impianto stazionario di stoccaggio dell’energia a Herdecke , in Germania , basato sugli accumulatori agli ioni di litio usati dei SUV elettrici dei quattro anelli. Grazie a 60 moduli batteria, l’innovativo impianto di stoccaggio sarà in grado d’immagazzinare sino a 4,5 megawattora . Le batterie esauste destinate al progetto pilota del provider RWE provengono dai muletti utilizzati dalla Casa dei quattro anelli per lo sviluppo di Audi e-tron , prima vettura full electric del Brand. Dopo una prima vita dedicata alla trazione, gli accumulatori conservano una capacità residua superiore all'80% , ideale per lo stoccaggio stazionario dell’energia.  La seconda vita delle batterie agli ioni di litio Audi può avere una durata superiore a 10 anni, a fronte di costi sensibilmente i

Bosch, l’industria automotive e la produzione basata sul software

Immagine
Più veloce, più flessibile, più efficiente: sono queste le caratteristiche che vengono tipicamente richieste nello sviluppo dei sistemi di produzione per l’automotive. Per realizzare questo obiettivo, le attività produttive odierne necessitano di una base tecnologica nuova. È esattamente ciò che si propongono di portare a termine, nel corso dei prossimi tre anni, le trenta aziende che partecipano al progetto di ricerca SDM4FZI ( Software-Defined Manufacturing for the Vehicle and Supplier Industry ), sotto la guida di Bosch , dell’ Università di Stoccarda e del Karlsruhe Institute of Technology ( KIT ). Il loro obiettivo è progettare software in grado di eseguire in modo flessibile la pianificazione, la gestione e le modifiche in ogni area, dai singoli componenti fino ad intere fabbriche. Nell’industria automobilistica, consentirà di aumentare il numero di versioni e di apportare più rapidamente le modifiche a modelli e prodotti. Migliorerà anche la competitività. Il Ministero dell&#

Gruppo Volkswagen, nuova società europea per il business delle batterie

Immagine
Il Gruppo Volkswagen fonda una società europea ( Société Européenne ) per consolidare le attività lungo la catena del valore delle batterie, dalla lavorazione delle materie prime allo sviluppo di una cella unificata del Gruppo, alla gestione delle gigafactory europee. Il campo d'azione della società includerà nuovi modelli di business basati sul riutilizzo delle batterie dismesse e sul riciclo delle preziose materie prime che queste contengono. In questo modo il Gruppo sta creando strutture efficienti e a prova di futuro per il business delle batterie, in rapida espansione. Nel quadro della propria strategia NEW AUTO , il Gruppo Volkswagen punta a diventare leader a livello globale per i veicoli elettrici. A tal fine sta ampliando le proprie attività legate alle batterie, facendone una delle sue competenze chiave.  Thomas Schmall , Membro del Consiglio di Amministrazione per la Tecnologia del Gruppo Volkswagen e CEO di Volkswagen Group Components , e quindi responsabile per batte

La fabbrica Opel di Rüsselsheim

Immagine
Rüsselsheim sul Meno , a pochi chilometri da Francoforte , è uno dei principali centri mondiali di produzione automobilistica. Qui, da oltre un secolo, ha sede il principale impianto produttivo Opel che in questo periodo è stato oggetto di una lunga serie di importanti ammodernamenti, l’ultimo dei quali, considerando solo gli interventi più rilevanti, risale esattamente a venti anni fa nel 2001. In quest'ultimo caso, l'investimento complessivo richiesto fu di 1,5 miliardi di Marchi . Sopra, lo stabilimento di  Rüsselsheim nel 2001. Opel iniziò a costruire automobili nel 1899 con la leggendaria Patentmotorwagen System-Lutzmann . Quando, nel 1909 , presentò il modello Opel 4/8 HP , la famosa automobile del dottore , Opel compì un primo passo verso la realizzazione di modelli dal prezzo accessibile destinati a un maggior numero di persone.  Nel 1913 ,  Opel iniziò a costruire automobili da competizione utilizzando una tecnologia all'epoca d'avanguardia: il motore 4 c

ASTM e Volkswagen studiano l'interconnessione tra auto e infrastrutture

Immagine
Come sarà l’autostrada del futuro? Certamente sostenibile, intelligente e connessa, capace di dialogare con i veicoli in transito e le prossime auto a guida autonoma, per farci viaggiare più sicuri e scambiare informazioni in tempo reale. È quanto emerso durante l’incontro organizzato in Torre PwC da ASTM Group e Volkswagen Group Italia che, grazie a una Volkswagen Golf con tecnologia Car2X integrata, hanno testato la mobilità intelligente sulla tratta Arluno-Rho dell’autostrada A4 Torino-Milano . La trasformazione digitale, che sta facendo evolvere strade e autostrade verso una nuova mobilità intelligente e connessa, è stata al centro del dibattito a cui hanno partecipato Paolo Guglielminetti , Partner PwC Italia Global Railways & Roads Leader , Massimo Nordio , Vice President Group Government Relations and Public Affairs di Volkswagen Group per l’Italia , Andrea Nicolini , Amministratore Delegato di SINELEC e Umberto Tosoni , Amministratore Delegato del Gruppo ASTM .  Il n

ZF e Microsoft Cloud insieme per la digitalizzazione, la connettività, la guida autonoma e l'efficienza aziendale

Immagine
ZF entra in una fase successiva della digitalizzazione ampliando la sua collaborazione strategica con Microsoft . La società di tecnologie per la mobilità creerà una piattaforma olistica di dati e integrazione, ZF Cloud , per digitalizzare tutti i processi produttivi industriali, operativi e aziendali di ZF sulla piattaforma cloud Microsoft Azure . Le nuove capacità elaboreranno l'enorme volume di dati generato dai veicoli che utilizzano le tecnologie ZF per ottimizzare ulteriormente la connettività dei componenti ZF e consentire funzionalità del veicolo completamente nuove, tra cui la guida automatizzata e le navette autonome . Nell'immagine sopra, s i prevede che il 70% del traffico dati in ZF Cloud proverrà da sensori del veicolo che abilitano nuove funzioni. Un esempio: il nuovo sensore di livello di altezza ZF fornisce un feedback continuo sulle condizioni stradali attraverso ZF Cloud e può avvisare in tempo reale gli utenti della strada di danni alla strada e ost

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

USAG, il giravite elettrico 324 XP

Auto presidenziali russe: le nuove Aurus

2020 Ford Puma Titanium X 1.0 Ecoboost Hybrid 125 CV, il meglio di ogni mondo

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso

Formula Italia, a 50 anni dall'esordio

Abarth 695 Tributo 131 Rally

Il funzionamento della valvola by-pass o blowby nei motori turbo, spesso definita anche valvola pop-off

Porsche 911 Sport Classic

Post-Industrial Recycled (PIR) TPE per la realizzazione degli interni nel settore automobilistico