Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Immagini dal passato

Jaguar E-type e Diabolik

Immagine
Nel lontano marzo 1961 , la Jaguar E-type fece il suo debutto mondiale al Salone di Ginevra . Esattamente in quella data, 60 anni fa , nasceva un mito, una pietra miliare nella storia dell’automobile. Linee uniche, ineguagliabili, rivoluzionaria nella progettazione, la Jaguar E-type , è il capolavoro di Malcom Sayer e di Sir William Lyons , che la resero una delle automobili più belle mai realizzate. Secondo Enzo Ferrari , " L’auto più bella mai costruita ". Prodotta dal 1961 al 1975 , 70.000 auto vendute in 14 anni, la Jaguar E-type è stata considerata un’opera d’arte, esposta al Museo MOMA di New York e, ancora oggi, è la più ambita tra i collezionisti. Nell’immaginario collettivo, la Jaguar E-type è la macchina di Diabolik : da sempre legata a questo personaggio leggenda, il celebre Re del Terrore che ha fatto la storia del fumetto grazie alla sofisticata penna delle Sorelle Giussani . Il protagonista, dal fascino senza tempo, sfreccia tra le strade della città, in

1966 Opel Rekord-C

Immagine
Presentata cinquantacinque anni fa, nell’estate del 1966 , la terza generazione della Opel Rekord , prima vettura sviluppata al Centro Prove Opel di Dudenhofen , fu solo apparentemente simile al modello che l’aveva preceduta. In realtà, si trattò di una vettura completamente diversa, sia stilisticamente, sia meccanicamente. Il pubblico l’apprezzò immediatamente. La Opel Rekord-C non si distinse solo per il suo design piacevole dalla coda sfuggente, ma anche per un comportamento su strada completamente nuovo, frutto dell'abbandono del sistema di sospensione a balestra in favore di un assale posteriore con molle elicoidali. " Il successo ottenuto con questo cambiamento è enorme ", scrisse all’epoca Heinz Kranz sulla rivista Hobby . " Lo si comprende appieno solo quando la nuova Opel Rekord esce in piena velocità da una serie di curve per infilarsi in un tratto del percorso di prova con una pavimentazione piena di buche e cunette: nelle curve un comportamento sportiv

Audi, gli anniversari del 2022

Immagine
Il prossimo anno ricorreranno anniversari che saranno testimonianza di alcune pietre miliari della storia di Audi . Dai 50 anni dall’unveiling di Audi 80 , antenata di un’icona del Marchio quale Audi A4 , ai 90 anni del logo dei quattro anelli , evocativo della fusione delle aziende Audi , DKW , Horch e Wanderer , passando per il debutto nel 1977 del motore a 5 cilindri , da oltre quarant’anni espressione del DNA Audi , e lo straordinario record di Audi Sport quattro S1 alla Pikes Peak del 1987 . Sopra, l' Audi sport quattro del 1983 con motore a 5 cilindri . Doveva essere moderna, ma non alla moda ; una familiare con i piedi per terra e un prezzo non troppo esclusivo. Nacque così, nel 1972 , Audi 80 , identificata internamente con la sigla B1 . Seguendo il processo costruttivo solitamente riservato alle vetture da competizione, Ludwig Kraus , Responsabile Sviluppo dell'epoca, fece analizzare ai propri collaboratori ogni dettaglio dell’auto, così da ridurne radicalmen

Nissan Newbird, una Nissan Bluebird 100% elettrica per celebrare i 35 anni dello stabilimento di Sunderland

Immagine
Per celebrare i 35 anni dello stabilimento di Sunderland , Nissan ha pensato di convertire una Nissan Bluebird , la prima auto uscita dalle linee di produzione nel 1986 , da vettura termica a vettura 100% elettrica . Si chiama Nissan Newbird , è un esemplare unico equipaggiato con il motore 100% elettrico di Nissan LEAF e collega i 35 anni di tradizione manifatturiera di Sunderland con il futuro elettrificato di Nissan , rappresentato dal piano a lungo termine Ambition 2030 . La Nissan Bluebird è stata profondamente modificata per dare vita alla Nissan Newbird . Il motore a benzina e il cambio originali sono stati rimossi e sostituiti con un motore, un inverter e una batteria di  40kWh di Nissan LEAF . I moduli della batteria sono stati suddivisi tra vano motore e bagagliaio per distribuire in modo equilibrato i pesi.  Servosterzo, freni e impianto di riscaldamento sono stati modificati per essere alimentati elettricamente. Inoltre, sono state installate sospensioni personalizzate

Immagini dal passato, Ford RS 200 al Rally di Svezia

Immagine
La Ford RS 200 iniziò la stagione del 1986 alla grande: si classificò infatti terza assoluta al Rally di Svezia . L'appuntamento successivo sarebbe stato il Rally del Portogallo , che si sarebbe disputato dal 4 al 9 marzo del 1986 . A condurre le due Ford RS 200 ci avrebbero pensato Blonqvist e Grundle . Recuperata dagli archivi di Cars by Images , questa foto inaugura la una nuova rubrica, Immagini dal passato , attraverso la quale torneremo indietro nel tempo per ricordare i modelli, i personaggi e le vicende che hanno costruito la meravigliosa storia dell'automobile. Archivio immagini: Ford (dagli archivi di Redazione di Cars by Images )

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Goodyear, il pneumatico con il 70% di materiali a ridotto impatto ambientale

1972 Opel Rekord Diesel, sono già passati 50 anni

Audi, la seconda vita delle batterie

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Continental UltraContact, il pneumatico estivo ad elevata tecnologia

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

2020 Toyota GR Yaris, tre versioni sportive all'insegna del piacere di guida: RZ, RS e RC

Toyota GR GT3 Concept, Toyota GRMN Yaris e Toyota bZ4X GR SPORT Concept