Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Attrezzature

Audi amplia il reparto Ricerca e Sviluppo di Neckarsulm per le batterie ad alta tensione

Immagine
Il sito, sinora attivo nell’ R&D degli accumulatori dei modelli ibridi plug-in, espanderà le proprie competenze alle vetture BEV , divenendo il principale competence center europeo dei quattro anelli per la mobilità elettrica. La riqualificazione dei collaboratori è iniziata a fine 2020 . Entro il 2023 entrerà in funzione un innovativo test center per le batterie, a completamento della conversione elettrica dello stabilimento. Nello stabilimento di Neckarsulm , Audi amplia le competenze nel campo della mobilità elettrica. " Le batterie ad alta tensione e i motori elettrici costituiscono il cuore della new mobility e sono cruciali per la radicale riduzione della carbon footprint del Brand. Ecco perché stiamo rafforzando sistematicamente lo sviluppo di questi componenti ", ha affermato Oliver Hoffmann , Membro del Board per lo sviluppo tecnico di Audi AG .  Il reparto R&D per le batterie ad alta tensione dei modelli ibridi plug-in è attivo da tempo: ciò significa c

Marelli premiata per il sistema indoor di purificazione dell’aria

Immagine
Marelli, fornitore automotive a livello globale, si è aggiudicata il premio CES® Innovation Award Honoree 2022  per il suo sistema indoor di purificazione dell’aria ( IAQ , Indoor Air Quality ), in grado di eliminare batteri e virus nei veicoli e negli ambienti interni. Il riconoscimento è stato annunciato il 10 novembre durante il CES Unveiled New York , evento tecnologico che presenta un’anteprima dei prodotti e dei trend attesi al CES 2022 di Las Vegas . Questo sistema esclusivo utilizza luce UV-A e UV-C combinata con un filtro al biossido di titanio ( TiO 2 ) per eliminare entro 15 min  batteri e virus presenti nell’aria, come il COVID-19 , con un’efficacia superiore al 99% . Il sistema IAQ include la fotocatalisi del semiconduttore , che utilizza l’energia luminosa per produrre una reazione chimica con il filtro  TiO 2 , un eccellente fotocatalizzatore caratterizzato da efficienza fotoattiva, elevata stabilità, costo ridotto e sicurezza ambientale.  Differentemente dalla sol

HELLA SOS 360°, la luce di segnalazione compatta per auto e moto

Immagine
In caso di guasto o incidente, è importante proteggere il luogo dove l’auto o la moto si trovano ed è per questo motivo che in molti Paesi, quali l’Italia, il triangolo di emergenza è prescritto per legge. Ma prima che il triangolo venga posizionato, il veicolo non è visibile: un pericolo da non sottovalutare per tutti gli utenti della strada, soprattutto al buio. Per aumentare la sicurezza nel traffico stradale, a supporto del triangolo di sicurezza, lo specialista dell'illuminazione e dell'elettronica HELLA propone la nuova luce di segnalazione compatta a LED : HELLA SOS 360° . I conducenti possono posizionare la luce sul tetto del veicolo o sul serbatoio della moto utilizzando un attacco magnetico, potendo così mettere in sicurezza il luogo dell'incidente in pochissimo tempo. HELLA SOS 360° entra in ogni vano portaoggetti ed è pronta all’uso in un istante, può essere accesa manualmente o, in alternativa, si attiva automaticamente tramite magnete al contatto con il mezzo

Mazda riorganizza l'impianto di produzione di Hofu

Immagine
Lo scorso 6 ottobre Mazda Motor Corporation ha presentato la nuova linea di produzione H2 presso lo stabilimento di Hofu nel sud-ovest del Giappone . La linea di produzione H2 , che attualmente sta producendo le Mazda6 e le Mazda CX-5 , è stata aggiornata in modo che sia in grado di realizzare il gruppo dei modelli grandi ( Large Product ) del Marchio, con possibilità di scelta fra una varietà di propulsori elettrificati. Ciò è reso possibile da un sistema di produzione avanzato che consentirà a Mazda di adattare più facilmente la propria produzione ai nuovi modelli o alle mutevoli esigenze, ovvero costituisce il più recente esempio dell’esclusivo approccio all’innovazione Monotsukuri Mazda . Grazie a questa ristrutturazione, in futuro, sulla base delle necessità, sulla stessa linea potranno essere prodotti veicoli con diverse piattaforme (grande o piccola), gruppi propulsori (a combustione interna o elettrici) e disposizione del motore (longitudinale o trasversale).  Questo appro

Castrol Engine Shampoo, ripulire l'interno del motore prima del cambio olio

Immagine
Secondo una nuova ricerca nazionale commissionata da Castrol , durante la pandemia oltre tre quarti degli automobilisti ( 76% ) hanno deciso di rimandare la manutenzione programmata del proprio veicolo. La ricerca ha inoltre rivelato che due quinti degli automobilisti ( 40% ) temono che le proprie auto siano meno affidabili a causa dei pochi km percorsi e dei mancati controlli in officina durante i lockdown. Due i motivi più citati per i quali gli automobilisti non hanno portato il proprio veicolo in officina: il timore di contagiarsi con il Covid-19 durante una visita ( 20% di tutti gli intervistati), e l’impossibilità di fissare un appuntamento ( 20% ).  La preoccupazione di contrarre il virus durante una visita in officina si è registrata soprattutto tra gli automobilisti più giovani: l’hanno infatti citata come motivo per aver rimandato una visita il 46% degli intervistati di età compresa tra 18 anni e 34 anni, rispetto al 18% dei soggetti di età compresa tra 55 anni e 64 anni. 

Ford Ranger, test severi per un veicolo destinato a più di 180 mercati

Immagine
Quando si tratta di testare la robustezza e la resistenza del  Ford Ranger di nuova generazione, il team globale di ingegneri Ford che si occupano della progettazione del veicolo, non si tira indietro. Dopotutto, è chiamato a realizzare per i clienti un pick-up veramente globale che sia all'altezza della sfida in ben 180 mercati. Costruito ex novo per essere il  Ford Ranger  più resistente, intelligente, versatile ed efficiente di sempre, il pick-up è stato sottoposto a un numero di test fisici e virtuali mai visto prima. " Guadagnarsi lo status di Built Ford Tough non è cosa semplice ", ha affermato John Willems , Ford Ranger Chief Program Engineer . " Ogni elemento della nuova generazione di   Ford Ranger  è stato testato secondo gli stessi parametri che utilizziamo per ogni veicolo Ford ". Il Ford Ranger di nuova generazione è stato messo alla prova su alcuni dei terreni più difficili del mondo per garantire non solo di essere adatto e pronto per i client

Fra-Ber lancia il nuovo shop e i corsi per la linea Innovacar dedicata al detailing

Immagine
La parola  detailing  nasce dall’inglese  details , dettagli, e rappresenta  l'arte che punta al risanamento e al rinnovamento delle auto , un procedimento che negli ultimi anni si è imposto al di là di qualsiasi aspettativa fra gli amanti dei motori.  Fra-Ber  da qualche anno ha dedicato a questa nuova tendenza una linea di prodotti denominata  Innovacar  che ha riscosso un incredibile successo. Dato il clamore suscitato, a questi prodotti e a tutto il mondo che intorno vi gravita, Fra-Ber ha riservato un sito e-commerce tutto nuovo ed esclusivo capace di raccogliere i desideri e le fantasie di coloro che vivono la propria passione in maniera assolutamente travolgente e fuori dalle righe. Il sito  www.innovacar.it è online da mercoledì 8 Settembre ed è disponibile in doppia lingua: italiano e inglese. Un sito completamente rivolto al mondo del detailing nel quale conoscere a pieno la filosofia e l’immagine giovane del brand Innovacar rafforzando in questo modo il rapporto tra p

Bonalume, tecnologia di qualità per componenti allo stato dell'arte

Immagine
Non vi sono dubbi. Le auto di oggi sono un concentrato di tecnologia, aspetto non sempre ben percepito dall'utente medio. Tecnica e tecnologia sono andate sempre a braccetto e se è vero che una buona progettazione sia fondamentale per realizzare un componente o un sistema capace di garantire affidabilità, funzionalità e bassi costi di esercizio, è anche vero che senza una tecnologia adeguata, nulla di ciò che vediamo sulle strade di tutti i giorni e nei laboratori di tutti i costruttori sarebbe oggi possibile. Sopra, la nuova macchina entrata in produzione presso la Bonalume: si tratta della giapponese  DMG MORI NLX 2500 | 700 , un tornio a cinque assi capace di produrre pezzi con tolleranze strettissime.  Si pensi solamente a ciò che la tecnologia moderna è riuscita a fare nel settore dei sistemi di iniezione e di aspirazione. Banalmente, se solo consideriamo gli iniettori, i regolatori di pressione e la componente elettronica, ci rendiamo conto che senza tolleranze di lavorazione

Le strutture del Centro Sicurezza Fiat

Immagine
Per lo svolgimento delle sue attività istituzionali, il Centro Sicurezza Fiat disponeva di impianti di vario tipo. Un terzo circa della superficie del Centro Sicurezza Fiat era occupata dalle piste per le prove d'urto , 8 in totale , le principali delle quali erano, al tempo, le più lunghe ( 420 m ) e veloci esistenti: vi si raggiungevano velocità d'urto contro barriera rispettivamente di 100 km/h con autocarri e di 140 km/h con autovetture. Le piste si sviluppavano in parte all'aperto e in parte al coperto, lungo due direttrici principali, e confluivano in un vasto piazzale, dove venivano effettuate le prove di collisione angolata. Le piste coperte consentivano un'attività continuativa, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. Oltre alle prove d'urto contro barriera (piana, angolata o con ostacolo aggiuntivo in rilievo, come per esempio un palo) il complesso delle piste offriva la possibilità di effettuare qualsiasi altro tipo di prova: collisione fronta

Dal Laboratorio Sicurezza Fiat al Centro Sicurezza Fiat

Immagine
Con il passare degli anni e l'evolversi delle tecnologie anche il Laboratorio Sicurezza Fiat necessitò di ampliamenti e trasformazioni. Fu così che Fiat decise di costruire una nuova struttura, il Centro Sicurezza Fiat . Inaugurato nel maggio del 1976 , il Centro Sicurezza Fiat testimoniò l'impegno di Fiat nel campo della sicurezza degli autoveicoli. Fu infatti uno dei più grandi e meglio attrezzati al mondo, il maggiore in Europa. Il centro sorse ad Orbassano , a pochi chilometri da Torino , su un'area di 110.000  m 2  e impiegò 80 persone tra ingegneri e tecnici specialistici . Operò nell'ambito della Direzione Tecnica di Fiat Auto , ma al suo interno si effettuavano ricerche e sperimentazioni per tutti i settori autoveicolistici del Gruppo Fiat e, in alcuni casi, anche per conto di enti esterni. L'attività del Centro Sicurezza Fiat si svolgeva su livelli differenti. Vi era innanzitutto una ricerca di lungo periodo, volta ad approfondire argomenti al momento

1966, la nascita del Laboratorio Sicurezza di Mirafiori

Immagine
Fiat , nel 1966 , era all'avanguardia nel perseguimento di una sempre maggiore sicurezza delle sue automobili e si stava occupando di queste tematiche da più di trent'anni. Già nel 1961 , infatti, l' Ing. Dante Giacosa , allora Direttore della Progettazione , aveva sottolineato: " Credo che si possa dire che la sicurezza nasce da un buon progetto e da una buona costruzione, si mantiene sulle buone strade e finisce con il cattivo guidatore. I compiti dell'ingegnere dell'automobile si limitano ad una parte del problema, ma sono fondamentali. È inammissibile, infatti, che esistano dei dubbi sulla sicurezza funzionale degli autoveicoli che affollano le strade. Intendendo con il termine sicurezza indicare non solo la sensazione di poter usare senza alcun pericolo le nostre automobili, ma la effettiva riduzione del pericolo ". Questo concetto anticipava sia le strategie Fiat in questo campo, sia quanto sarebbe nato successivamente con la ristrutturazione e l&#

Opel, vernici a base di acqua

Immagine
Quaranta anni fa, nel 1981 , Opel iniziò a sviluppare la tecnologia delle idrovernici e, nello stabilimento di Rüsselsheim , sostituì per la prima volta la solita vernice base con una diluibile con l'acqua. In questo modo si poteva diminuire la quantità di solvente organico nelle vernici di base adoperate per la verniciatura delle carrozzerie che passò dal 60% al 5%. Con questa esperienza come base si svilupparono sempre nuove tecniche relative alla vernice e alla verniciatura e fu costruito un grande laboratorio di verniciatura dove si riuscì per la prima volta a produrre una vernice di base, per metalli, diluibile con l'acqua. In seguito,  Opel investì oltre 60 milioni di Marchi per la costruzione del reparto verniciatura della fabbrica di Bochum , introducendo importanti soluzioni per ottenere la massima protezione ambientale. Nell'impianto, che misurava 233 m lunghezza e 103 m di larghezza, si verniciavano 1.300 Opel Kadett al giorno . Mentre la proporzione

Ecomotive Solutions e Cubogas insieme per il rifornimento di gas naturale e biometano da colonnina in ambito privato

Immagine
È in fase di avvio un innovativo progetto per la diffusione di nuove soluzioni di mobilità sostenibile che consentano il rifornimento smart e l’ottimizzazione dei consumi di autovetture e veicoli commerciali leggeri alimentati a gas naturale e biometano . In linea con la sua mission, Ecomotive Solutions , attiva nel settore delle propulsioni e dei combustibili alternativi, ha riconosciuto nei FuelMaker di Cubogas , società controllata da Snam4Mobility e tra i leader di mercato in soluzioni tecnologiche per la distribuzione di gas naturale e biometano , dispositivi che consentono di rifornire in ambito privato i veicoli a CNG ( gas naturale compresso ) e Bio-CNG in totale autonomia, un valore aggiunto per il proprio percorso di crescita nel settore della mobilità a basse emissioni. La partnership consentirà di offrire una nuova soluzione di rifornimento agli utenti, in particolare flotte aziendali private e pubbliche, che scelgono i suddetti combustibili alternativi e sostenibili

Bosch, Secure Diagnostic Access (SDA)

Immagine
Per proteggere il sistema elettronico dei modelli più recenti, molti costruttori di veicoli adottano soluzioni individuali con requisiti diversificati per accedere alle funzioni di diagnosi. Questo spesso comporta ostacoli di natura tecnica e amministrativa per le officine, in particolare per quelle multimarca indipendenti. Per questo motivo, Bosch ha sviluppato Secure Diagnostic Access ( SDA ): una soluzione centralizzata, standardizzata e integrata al software di diagnosi Esitronic 2.0 Online , che consente un accesso diretto ai dati protetti dei veicoli Volkswagen , Audi , Seat e Skoda . Per offrire alle officine una migliore copertura, Bosch sta lavorando per integrare la soluzione SDA anche nei veicoli di altre case automobilistiche. SDA permette alle officine di continuare a eseguire diagnosi complete anche su veicoli con i dati diagnostici protetti in modo semplice e senza restrizioni. La nuova funzione è già disponibile e fa parte del software diagnostico Bosch Esitronic

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

1991 Opel Calibra Turbo, 204 CV, trazione integrale e velocità massima di 245 km/h

Opel Astra, le origini del nome

Le auto realizzate dopo il Maggiolino che non furono mai prodotte in serie

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

Evoluzione della Fiat Ritmo dal 1978 al 1985

Hyundai Grandeur Heritage Series EV Resto-mod

OSRAM amplia la propria gamma con le nuove lampade OSRAM LEDriving® XTR

Haval H2: arriva sul mercato il restyling

ZF e Microsoft Cloud insieme per la digitalizzazione, la connettività, la guida autonoma e l'efficienza aziendale