Mercedes‑AMG ONE, ecco come viene prodotta l'hypercar

In totale, ne verranno costruite solo 275 unità e la prima vettura è già entrata in produzione. I primi esemplari verranno consegnati nella seconda metà del 2022. Il propulsore ibrido basato sulla tecnologia impiegata in Formula 1, con un motore turbo V6 di 1,6 l e quattro motori elettrici, è stato realizzato dagli esperti del motorsport presso Mercedes‑AMG High Performance Powertrains a Brixworth, in Inghilterra.

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Si tratta degli stessi tecnici che sono anche responsabili dello sviluppo e della produzione delle unità di potenza per le vetture Mercedes‑AMG Petronas F1. La produzione del veicolo completo sarà implementata a Coventry, nel Regno Unito. A tal fine, AMG ha collaborato con il partner di produzione Multimatic per creare un impianto di produzione di piccole serie dedicato.

"Mercedes‑AMG ONE è il progetto più ambizioso che abbiamo mai intrapreso, dallo sviluppo alla produzione. Segna un altro punto culminante nello sviluppo strategico di successo di Mercedes‑AMG verso un futuro elettrificato anche nel settore delle elevate prestazioni. La produzione dell'esclusiva piccola serie è un sfida davvero unica. Per la prima volta, l'hypercar porta pressoché l'intera ed attuale tecnologia ibrida di Formula 1 dalla pista alla strada e combina prestazioni travolgenti con un'efficienza esemplare. Questo primato mondiale sta diventando realtà grazie al grande lavoro di squadra tra Mercedes‑AMG ad Affalterbach, gli esperti di Formula 1 presso il Mercedes‑AMG High Performance Powertrains a Brixworth e il nostro partner di produzione Multimatic. Noi come l'intero team siamo molto orgogliosi di aver ora avviato la produzione dei primi veicoli destinati ai clienti", ha affermato Philipp Schiemer, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes‑AMG GmbH.

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

L'esclusiva produzione dell'auto viene completata a mano in un totale di 16 stazioni di assemblaggio e collaudo. Molte fasi di lavoro ricordano la produzione di orologi di lusso di alta qualità: alcuni sottosistemi vengono prima premontati e testati per il funzionamento, quindi smontati nuovamente e solo successivamente installati nel veicolo. 

Questo vale, per esempio, per la monoscocca in fibra di carbonio con tetto incollato e tutte le parti della carrozzeria rimovibili, anch'esse realizzate con un materiale leggero e stabile, ma anche costoso. L'intera pelle esterna è la prima ad essere completamente assemblata. Tutte le parti esterne vengono controllate meticolosamente e, se necessario, sistemate alla perfezione. 

Questo è l'unico modo per creare zone di giunzione perfettamente uniformi. Nel processo, gli specialisti devono tenere conto della verniciatura finale, che aggiunge il proprio spessore al materiale. Dato che lo spessore della parete di carbonio è di soli 1,2 mm in determinate posizioni, si tratta di un compito molto delicato che viene affidato a personale altamente qualificato. Una volta che tutto combacia perfettamente, le parti, comprese le portiere e i cofani, vengono smontate di nuovo e poi dipinte a mano, come un set unico: questo assicura la perfetta corrispondenza dei colori dell'intero veicolo.

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Nella fase successiva del processo produttivo, vengono assemblati il ​​gruppo propulsore e la carrozzeria non verniciata: il motore turbo V6 di 1,6 l, la batteria ad alto voltaggio e i quattro motori elettrici. Questi ultimi, vengono tutti preventivamente testati a caldo sui banchi prova di Brixworth per garantirne la loro perfetta rispondenza ai requisiti del progetto, esattamente lo stesso processo che viene adottato per le Power Unit Mercedes di Formula 1

Mercedes‑AMG High Performance Powertrains fornisce le unità corrispondenti come, per esempio, il motore a combustione ibrido eTurbo, la batteria ad alto voltaggio dell'ibrido plug-in, l'assale anteriore con i due motori elettrici e l'elettronica di potenza, compreso l'inverter per ciascuna dei quattro motori elettrici. Nel flusso di lavoro, il 75% delle parti è già assemblato prima dell'installazione dei componenti ad alta tensione.

Ecco una una panoramica generale delle fasi produttive organizzate in 16 stazioni principali:
  • Stazioni da 1 a 4: assemblaggio delle parti meccaniche e di tutti i componenti a bassa tensione, nonché installazione dei componenti essenziali del gruppo propulsore, compreso l'impianto elettrico del veicolo
  • Stazioni da 5 a 6: montaggio della batteria ad alto voltaggio e dei collegamenti ad alto voltaggio, prove di funzionamento del motore a combustione e dei motori elettrici e messa in servizio del veicolo
  • Stazione 7: installazione interni
  • Stazione 8: inizio dell'installazione del pannello esterno della carrozzeria, delle porte e dei pannelli laterali. Durante questo processo, i pannelli di carrozzeria prefiniti; guscio anteriore, guscio posteriore, pannelli laterali e porte, incontrano la linea di assemblaggio principale dall'area di sottoassemblaggio della struttura
  • Stazione 9: segue l'installazione esterna. Gusci anteriore e posteriore
  • Stazione 10: installazione finale delle parti esterne
  • Stazione 11: montaggio delle ruote e dei pannelli del pavimento
  • Stazione 12: regolazione delle ruote e dei fari
  • Stazione 13: banco dinamometrico a rulli per testare il veicolo in tutte le modalità di guida
  • Stazione 14: test NVH a quattro postazioni, messa a punto se necessario
  • Stazione 15: test di pioggia monsonica
  • Stazione 16: cabina luminosa con ispezione visiva di tutte le superfici e prove tecniche di funzionamento di tutti i componenti.
Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

Mercedes‑AMG ONE, come viene prodotta l'hypercar

In totale, oltre 50 specialisti lavorano su ogni singola Mercedes‑AMG ONE. Dopo ogni stazione, ci sono controlli di qualità approfonditi basati su caratteristiche definite, con conseguente ampia documentazione del processo produttivo. 

Il meticoloso processo di produzione è completato dai più recenti metodi di produzione secondo la filosofia dell'Industry 4.0, che Mercedes‑AMG utilizza anche nella sede di Affalterbach per la produzione di motori AMG. Pertanto, i componenti vengono pre-smistati in set coordinati in portamateriali e vengono resi disponibili esattamente al momento giusto nel posto giusto.

La fase finale della produzione è contrassegnata dal lancio su un banco di prova, dove ogni Mercedes‑AMG ONE viene sottoposta a test di accettazione finale da parte di un collaudatore. Non appena viene data la loro approvazione, il veicolo viene dotato di un'adeguata protezione per il trasporto e trasportato con un autocarro chiuso alla sede Mercedes‑AMG di Affalterbach. È qui che si svolgono sia il briefing tecnico del veicolo da parte degli esperti Mercedes-AMG ONE, sia la consegna del veicolo.

Archivio immagini: Mercedes‑AMG ONE

Commenti

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso

Audi adegua l'intera gamma alla normativa Euro 6 d-ISC-FCM superando il ciclo WLTP 3.0

Volkswagen: i motori a benzina 1.0 e 1.5 TSI evo

Fiat 127 Sport preparata per gare Slalom, nella categoria per cilindrate fino a 1150 cc

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Chevrolet Performance LS427/570 crate engine: la versione migliorata dell'LS7 7.0 litri V-8 offerto come motore in cassa

Il colore MAZDA Artisan Red Premium