Lincoln Motor Company, l'opera di Edsel Ford

La Lincoln Motor Company, che fiorì sotto l'egida della Ford Motor Company, celebra quest'anno i cento anni sotto l'ombrello di Ford Motor Company. Come noto, la Lincoln Motor Company venne fondata da Henry Leland nel 1917, con l'obiettivo di costruire i propulsori aeronautici destinati ai velivoli Liberty. Le automobili, quindi, non erano certo nei programmi di Leland.

Lincoln Continental del 1941
Nell'immagine qui sopra, la Lincoln Continental del 1941.

Ma la storia è ancora più complessa e intricata. Leland e suo figlio Wilfred, infatti, erano a capo del brand Cadillac, la punta di diamante di General Motors, al tempo presieduta da Billy Durant, un personaggio chiave nelle vicende della famiglia Leland. Fu infatti proprio Billy Durant ad impedire ai Leland di lavorare sui motori per i Liberty, tanto che i Leland decisero di abbandonare General Motors e fondare la Lincoln Motor Company, un nome scelto non a caso e ispirato al presidente Abram Lincoln, il primo presidente per cui il più vecchio dei due Leland aveva votato.


Alla fine del 1918, quando la Prima Guerra Mondiale era ormai giunta alla fine, la fabbrica particolarmente avanzata posseduta dai Leland iniziò a produrre auto. Le prime uscirono dallo stabilimento nel settembre del 1920. Ma le cose non andarono bene e nel novembre del 1921 la società entrò in amministrazione controllata a causa della recessione che seguì alla guerra. 

Nel febbraio del 1922, la società venne messa all'asta e fu venduta per 8 milioni di dollari a Henry Ford. E fu in questo momento che entrò in gioco Edsel Ford, figlio di Henry Ford. Edsel, molto più orientato allo stile e al design, rispetto al padre che invece rimaneva concentrato sulla Ford Model T. Edsel  rese Lincoln un marchio di lusso di qualità superiore. Non fu un caso se sotto la guida di Edsel, la Lincoln Motor Company prosperò.

Edsel Ford nel 1916
Sopra, Edsel Ford nel 1916.

L'intervento di Edsel su Lincoln si concentrò proprio sulle carrozzerie e sui rapporti con i carrozzieri americani più famosi. Fu grazie a queste collaborazioni che il marchio Lincoln riuscì ad offrire auto dal design particolarmente elegante e innovativo. A tal punto, che anche nel periodo che seguì alla Grande Deprtessione americana, Lincoln fu l'unica azienda che continuò ad offrire un elevato livello di personalizzazione delle carrozzerie. E questo, malgrado le vendite di auto di lusso fossero in reale difficoltà, sempre a causa della grande crisi economica americana degli anni '20 e '30.

Lincoln Continental del 1941

Lincoln Continental del 1941
Qui sopra, due immagini della Lincoln Continental del 1941.

Sebbene sia famosissima la Lincoln-Zephyr del 1936, Edsel sarà ricordato per l'introduzione della Lincoln Continental, avvenuta poco prima della sua prematura scomparsa nel mese di maggio del 1943. L'impronta di Edsel rimase però radicata nella storia di questo marchio. Dopo Edsel, le redini dell'azienda furono affidate ai suoi figli, Enrico II, William e Benson

Archivio immagini: Lincoln

Commenti

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Panda a Pandino 2022, record di partecipanti

PEUGEOT 408, presentazione del modello

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

Haval H2: arriva sul mercato il restyling

BMW M3 Touring, presentazione del modello

La PORSCHE 963 e il team PORSCHE PENSKE Motorsport

Ford Pro Electric SuperVan

Il funzionamento della valvola by-pass o blowby nei motori turbo, spesso definita anche valvola pop-off