Audi R8 V10 performance RWD, il motore e la trasmissione

La nuova Audi R8 V10 performance RWD, proposta in configurazione Coupé e Spyder, deriva dalla versione da competizione Audi R8 LMS GT4 e può contare sull’esuberanza dell’iconico motore V10 5.2 FSI aspirato. È l’unica sportiva dei quattro anelli a trazione posteriore. Caratterizzata dalla condivisione di oltre il 60% dei componenti con la racing car Audi R8 LMS GT4, Audi R8 V10 RWD è l’Audi più simile a un’auto da corsa. Ora, grazie all’introduzione della variante performance, può contare su di un’iniezione di potenza (+30 CV) e coppia (+10 Nm), oltre che su dotazioni che ne rafforzano il feeling al volante e l’efficacia nella guida più sportiva.

Il V10 5.2 FSI a collocazione centrale eroga 570 CV a 8.000 giri/min e 550 Nm a 6.400 giri/min.
Sopra, il V10 5.2 FSI a collocazione centrale eroga 570 CV a 8.000 giri/min e 550 Nm a 6.400 giri/min.

Straordinariamente reattivo alle pressioni dell’acceleratore e con una fame di giri superiore a quella dei motori sovralimentati, il V10 5.2 FSI a collocazione centrale eroga 570 CV a 8.000 giri/min e 550 Nm a 6.400 giri/min

L’iconico V10, uno degli ultimi motori aspirati del segmento, ha fatto il proprio debutto in pista nel 2009 nell’ambito del Campionato FIA GT3 a bordo di Audi R8 LMS, per poi essere adottato nel 2012 da Audi R8 LMS ultra e nel 2015 dalla seconda generazione di Audi R8 LMS. Dall’inizio del 2018, Audi R8 LMS GT4 ha ampliato l’offerta del programma Audi Sport per i team privati. 

Nella configurazione dedicata alle categorie GT, il 5.2 FSI presenta poche differenze rispetto all’unità di serie. Non prevede, per esempio, la doppia iniezione. È presente, da regolamento, una flangia all’aspirazione e la mappatura della centralina risulta lievemente più spinta. Con un intervallo di manutenzione ogni 10.000 km e una percorrenza sino a 20.000 km prima della revisione, il 5.2 FSI ha definito gli standard di affidabilità nel Motorsport

Grazie all’iniezione di grinta legata alla variante performance, Audi R8 V10 performance RWD scatta da 0 a 100 km/h in 3,7 s, raggiungendo una velocità massima di 329 km/h, mentre la variante Spyder è accreditata di uno 0-100 km/h in 3,8 s e una velocità massima di 327 km/h

Il V10 è caratterizzato da un angolo tra le bancate di 90° e dall’albero motore di tipo common pin: le bielle dei cilindri contrapposti sono mosse dallo stesso perno di manovella. La sequenza di accensione è 1–6–5–10–2–7–3–8–4–9 ed è uno dei fattori che contribuisce al sound di Audi R8, ulteriormente amplificato dall’apertura delle valvole allo scarico ai carichi elevati. 

Dal mondo delle corse sono state mutuate due caratteristiche salienti: l’iniezione a doppia strategia, diretta (sino all’85%) nelle camere di combustione a pieno carico, congiunta a medio carico e indiretta nel condotto di aspirazione (MPI) ai regimi inferiori, e il sistema di lubrificazione.

Audi R8 V10 performance RWD, il motore e la trasmissione

La temperatura dell’olio, che viene prelevato dal carter secco, è regolata tramite un radiatore separato. È così possibile collocare il propulsore in posizione sensibilmente ribassata, ottenendo un baricentro più basso. La pompa dell’olio, a portata variabile, assicura un flusso costante in qualsiasi frangente, comprese le accelerazioni trasversali nell’ordine degli 1,5 g, alla portata di Audi R8 V10 performance RWD. Quanto all’efficienza, la tecnologia cylinder on demand (COD) contribuisce al contenimento dei consumi: nelle quattro marce superiori, a intervalli di carico medio-bassi, esclude i cilindri della bancata di destra o sinistra disattivando iniezione e accensione. 

La trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, adattata in funzione della trazione posteriore, prevede la funzione launch control che regola l’innesto della marcia a 4.500 giri/min. Optando per il programma comfort dell’Audi drive select, una volta superati i 55 km/h è possibile veleggiare nelle fasi di rilascio, a vantaggio del contenimento dei consumi.

Archivio immagini: Audi

Commenti

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Goodyear, il pneumatico con il 70% di materiali a ridotto impatto ambientale

1972 Opel Rekord Diesel, sono già passati 50 anni

Audi, la seconda vita delle batterie

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Continental UltraContact, il pneumatico estivo ad elevata tecnologia

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

2020 Toyota GR Yaris, tre versioni sportive all'insegna del piacere di guida: RZ, RS e RC

Toyota GR GT3 Concept, Toyota GRMN Yaris e Toyota bZ4X GR SPORT Concept