La dentatura delle cinghie di distribuzione: nomenclatura di base



L'impiego delle cinghie per comandare gli elementi della distribuzione è cosa ormai assodata. L'utilizzo della catena è una pratica che non è mai stata abbandonata del tutto, ma possiamo dire che, nella stragrande maggioranza dei casi, le cinghie sono i componenti più utilizzati. In questa breve nota tecnica, vi riportiamo la nomenclatura di base che distingue la tipologia di dentatura utilizzata per le cinghie di distribuzione.

Cinghie di distribuzione, dal profilo LA ai profili HTD e STD

Quando le cinghie di distribuzione vennero impiegate per la prima volta nel settore automotive, i tecnici presero a prestito ciò che già esisteva nelle applicazioni industriali, ovvero le cinghie i cui denti presentavano una sezione a forma di trapezio, i noti profili LA (si faccia riferimento alla figura seguente). Con il passare del tempo, aumentarono le esigenze sotto il profilo della rumorosità e dell'efficienza meccanica. Per questo motivo, vennero introdotti i profili HTD (High Torque Drive) e STD (Super Torque Drive). Il primo di questi, l'HTD, venne destinato ai casi in cui i carichi da trasmettere sarebbero stati molto elevati, cosa che rese questo genere di profili adeguati all'impiego su motori diesel con sistemi di iniezione ad alta pressione. Il profilo STD, al contrario, venne pensato sin dalle sue origini per abbattere i livelli di rumorosità e quindi trovarono maggiore applicazione sui motori a benzina.


Vale la pena ricordare che esistono numerose varianti per quanto riguarda la forma delle dentature, ma tutte possono essere ricondotte, in qualche modo, alle tre indicate dalla figura sopra. Per esempio, basta un taglio lungo la superficie di testa del dente, per ottenere una minore rumorosità, semplicemente perché il contatto tra testa del dente e l'incavo nella puleggia vede una riduzione delle superfici di contatto.

Archivio immagini: Continental





Commenti

Articoli popolari

Il futuro del motore diesel

1993 - Fiat Coupé, i motori dell'esordio

1987 Subaru 4WD Active-split system con tecnologia MP-T

Shelby GT-H, il Gruppo CAVAUTO rende disponibile l'ultima versione

Haval H2: arriva sul mercato il restyling

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Maserati A6G 2000: "A" per Alfieri Maserati, "6" per sei cilindri in linea e "G" per basamento in ghisa

2021 Nissan Qashqai, è arrivata la terza generazione

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

2021 Skoda Octavia 1.5 G-TEC 130 CV DSG, ora anche a metano