Preparazione di un motore: la corretta scelta dei pistoni



Quando si decide di preparare un motore, e ci si pone come obiettivo quello di incrementare sensibilmente le prestazioni, bisogna pensare necessariamente alla sostituzione dei pistoni. A seconda però del tipo di impiego previsto per il motore, la scelta di una famiglia di stantuffi, in luogo di un'altra, può essere determinante. In linea del tutto generale la differenza si pone su un aspetto ben preciso: il tipo di impiego che avete previsto per la vettura. 

Motore Chevrolet 6,2 l V-8 LT-1 del 2014.
Sopra, il pistone del motore Chevrolet 6,2 l V-8 LT-1 del 2014.

Se l'auto verrà utilizzata prevalentemente su strada, e solo talvolta in pista, la scelta sarà di un certo tipo. Viceversa se l'uso dell'auto è destinato direttamente alla pista allora bisognerà optare per un'altra soluzione. Faccio presente in ogni caso che tutte le modifiche apportate ad un veicolo che deve circolare su strada devono essere omologate. Diversamente la vettura non potrà circolare su strada.

In genere quando si opta per una preparazione media, ossia tale da garantire una buona guidabilità quotidiana, e all'occorrenza qualcosa di più per la pista, sarebbe bene orientarsi su pistoni forgiati, magari in lega di alluminio, la cui caratteristica è un basso coefficiente di dilatazione termica. Questo genere di pistoni, solitamente, vengono realizzati con quantità di silicio superiore alla media. Si tratta di elementi che offrono numerosi vantaggi, tra cui la possibilità di poter lavorare con tolleranze di accoppiamento tra pistone e cilindro molto più strette (minor gioco tra canna e stantuffo). Questo significa minor rumorosità a freddo e maggior stabilità dimensionale lungo l'arco di temperature di utilizzo. Questi pistoni sono costruiti per cicli di vita lunghi, quindi per durare. Si faccia attenzione però ad un fatto importantissimo: non tollerano molto bene la detonazione. 

Pistone per motore Chevrolet 383.

Viceversa esistono altri pistoni, sempre di tipo forgiato, che invece si distinguono per caratteristiche del tutto differenti. Sono quelli che non presentano silicio in lega e che quindi sono soggetti a maggiori dilatazione con l'aumentare della temperatura e che, di conseguenza, richiedono maggiore gioco a freddo (ci riferiamo naturalmente al gioco tra stantuffo e cilindro). Questi pistoni nei primi istanti di funzionamento sono molto rumorosi perché sono soggetti a quello che in gergo viene definito scampanamento. Dato che vengono realizzati per impieghi agonistici di alto livello sono pensati per raggiungere le condizioni di accoppiamento perfetto solo quando le temperature sono molto elevate. Sono elementi che hanno vita breve, perché sono destinati a subire cicli termici, e di carico meccanico, elevati e frequenti. Durante la loro vita, però, offrono una maggiore garanzia nei confronti della detonazione perché sono, in un certo senso, più duttili. 

Dato che il discorso posto in questi termini potrebbe sembrare fin troppo generale vi forniamo due esempi pratici. Mahle, azienda specializzata anche nella costruzione di pistoni, offre sul mercato, tra gli altri, stantuffi realizzati con le due seguenti leghe di alluminio: la 4032 e la 2618. I due esempi che abbiamo appena citato si sposano perfettamente con quanto detto fino ad ora in termini di applicabilità. Quelli realizzati con lega 4032, infatti, sono ad alto contenuto di silicio, quindi destinati ad un impiego misto (turistico/sportivo). Quelli realizzati con la lega 2618 sono destinati invece all'impiego prettamente sportivo. Qui di seguito il link alla pagina della Mahle dedicata al programma pistoni.

Alcuni dei pistoni offerti da Mahle con leghe 4302 e 2618.

Archivio immagini: General Motors, Mahle




Articoli popolari

Il futuro del motore diesel

1993 - Fiat Coupé, i motori dell'esordio

1987 Subaru 4WD Active-split system con tecnologia MP-T

Shelby GT-H, il Gruppo CAVAUTO rende disponibile l'ultima versione

Haval H2: arriva sul mercato il restyling

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Maserati A6G 2000: "A" per Alfieri Maserati, "6" per sei cilindri in linea e "G" per basamento in ghisa

2021 Nissan Qashqai, è arrivata la terza generazione

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

Il grado termico di una candela e i parametri del motore legati ad esso