Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

La cilindrata 302 ci è un mito nel mondo dei motori americani e quindi anche nell'universo Ford. E guarda caso, la Mustang che trovate oggi a listino è equipaggiata proprio con un 5.0 litri. Ecco alcuni segreti che si nascondono dietro a questa leggenda americana. Negli States le cilindrate vengono indicate con i cubic inch e solo raramente troverete una cilindrata in litri o in centimetri cubi. L'unità di misura più diffusa per indicare la volumetria del motore è quindi "pollici cubi" e pertanto questo è il motivo per cui il numero 302 ci, corrispondente proprio a 5.000 cc, è un numero che evoca grandi ricordi e motori V-8 che hanno fatto storia. 

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Ford nel 2011 ha rispolverato questa cilindrata per creare il Coyote 5.0, il V-8 a stelle e striscia che trovate nel cofano della Ford Mustang GT oggi nei listini, compreso quello italiano. Questo motore nasce con tutti i presupposti per diventare una delle unità più riuscite di Dearborn. 

L'arrivo del motore Coyote coincide con la messa in pensione del Triton, il V-8 con testate a tre valvole per cilindro declinato nelle cilindrate 4.6 litri e 5.4 litri. Al momento della sua commercializzazione, il nuovo V-8 da 5.0 litri si presentò ai nastri di partenza omologato con una potenza di 412 HP e circa 530 Nm di coppia massima. Oggi, nella sua versione rivisitata viene commercializzato in Italia con una potenza omologata di 421 CV e una coppia massima sempre pari a 530 Nm.

Nota tecnica sulla distribuzione

Il 5.0 litri V-8 viene anche identificato con una sigla aggiuntiva: Ti-VCT, un acronimo che racchiude alcune perle di tecnica come la variazione di fase in aspirazione e allo scarico e il sistema con cui questa variazione viene ottenuta. Lo spostamento degli alberi a camme sul loro asse, azione necessaria per ottenere la variazione della fase, viene ottenuta sfruttando un apposito circuito idraulico che, a sua volta, si avvantaggia della forza elastica sviluppata dalle molle valvola, una volta che queste sono state compresse dai relativi eccentrici.

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Lo sviluppo tecnico del progetto

Il progetto del 5.0 litri V-8 fu varato 2007 e per lui ci furono solo due anni di tempo per arrivare a completamento. Lo spiegò bene a suo tempo Gary Liimatta, il supervisore dell'intero progetto, quando, intervistato da alcuni giornalisti americani, ebbe a dire che due anni furono veramente pochi, molto pochi, ma che malgrado il pochissimo tempo a disposizione gli ingegneri riuscirono a portare sul mercato una prima assoluta per l'intera produzione di serie di Ford: i collettori di scarico tubolari. 

La realizzazione di questi componenti rappresentò una sfida sotto molti aspetti. Tra le maggiori difficoltà venne ricordata la realizzazioni degli scarichi della bancata di sinistra, riconoscibili per la famosa giuntura a 90° dei collettori relativi al settimo e all'ottavo cilindro.

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Per raggiungere un obiettivo così importante, molti degli addetti coinvolti nel progetto Coyote hanno dovuto rinunciare a parte delle loro ferie e dei loro preziosi fine settimana per portare a casa uno dei motori V-8 più moderni e più resistenti mai realizzati a Dearborn. 

Tra l'altro, sono passati circa 5 anni dal 2011, anno di presentazione dell'unità, ma al momento del varo del progetto tra le mission c'era anche la durata commerciale del motore: il Coyote doveva essere un motore in grado di coprire almeno 10 anni di produzione di auto e truck marchiati Blue Oval. 

Allo stesso tempo si dovevano superare i dati di targa dei precedenti 4.6 litri e 5.4 litri e, come se ciò non bastasse, bisognava anche realizzare un motore in grado di accettare un sistema di sovralimentazione e l'iniezione diretta, perché gli aggiornamenti futuri avrebbero rappresentato una delle chiavi fondamentali del progetto. Doveva nascere anche resistente, però, perché già nelle fasi iniziali tutti i tecnici erano stati informati del fatto che questo propulsore sarebbe stato impiegato nelle competizioni.

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Motore Ford V-8 5.0 litri: nome in codice Coyote

Da un punto di vista strettamente economico, e in virtù del periodo storico in cui fu sviluppato, il 5.0 litri Coyote poteva apparire come un progetto tremendamente ambizioso e poco allineato con i tempi. Tempi in cui i costi, sia del progetto, sia della futura gestione da parte dei clienti, avrebbero dovuto mantenersi bassi. Cosa che venne garantita, grazie anche alla modularità con cui il 5.0 litri fu realizzato. 

L'unità, infatti, viene costruita sulle linee di assemblaggio del 4.6 litri, motivo per cui sono state conservate due misure fondamentali: l'interasse dei cilindri pari a 100 mm e l'altezza del monoblocco a 227 mm. Alesaggio e corsa, invece, sono stati portati rispettivamente a quota 92.2 mm e 92.8 mm. I 92.2 mm hanno rappresentato uno scoglio importante. Andare oltre avrebbe significato compromettere la resistenza delle canne cilindri a causa dello spessore eccessivamente ridotto. Per il Coyote, i tecnici Ford si sono fermati a 13 mm di spessore.

Questo motore vanta anche altre caratteristiche che lo rendono unico: una di queste è il sistema elettronico di controllo dell'intero gruppo motore-cambio. Il cervello del sistema è la centralina super sofisticata della famiglia Copperhead di Ford. 

Per capire il livello di complessità è sufficiente citare il corpo farfallato. Si tratta di un elemento da 80 mm di diametro privo di circuito del minimo. Questo significa che il regime di minimo viene gestito direttamente attraverso il corpo farfallato e, come hanno spiegato gli stessi ingegneri Ford, produrre un minimo stabile a 650 giri/min con questo genere di gestione ha rappresentato una sfida incredibile per il gruppo che ha sviluppato il sistema di calibrazione. 

Le notti insonni e i mal di testa per raggiungere questo obiettivo sono stati numerosi. Il 5.0 litri V-8, però, é oggi uno dei motori Ford più belli ed emozionanti. E il suo sound e terribilmente americano.

Archivio immagini: Ford

Articoli popolari

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

Goodyear, il pneumatico con il 70% di materiali a ridotto impatto ambientale

1972 Opel Rekord Diesel, sono già passati 50 anni

Audi, la seconda vita delle batterie

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Renault 5 GT Turbo: preparazione by CandelaSport

Continental UltraContact, il pneumatico estivo ad elevata tecnologia

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

2020 Toyota GR Yaris, tre versioni sportive all'insegna del piacere di guida: RZ, RS e RC

Toyota GR GT3 Concept, Toyota GRMN Yaris e Toyota bZ4X GR SPORT Concept