Post

Robert Opron, il designer di alcune delle Citroën più famose

Immagine
Nato nel 1932 in Francia, Robert Opron è scomparso lo scorso 29 marzo. Dal 1962 al 1973, lavorò come designer presso il Centro Stile di Citroën , a Parigi, e dalla sua matita uscirono modelli iconici che hanno segnato la storia della Marca, da Citroën AMI8 a Citroën GS , da Citroën SM fino a Citroën CX . Robert Opron , nacque in Francia, ad Amiens , nel 1932, trasferendosi giovanissimo in Africa, tra Costa d’Avorio e Algeria, fino all’età di vent’anni, quando tornò in patria per studiare architettura. Dapprima trovò lavoro in un’azienda di costruzioni aeronautiche, nel 1952; successivamente passò al settore che maggiormente lo affascinava, ovvero le automobili, presso la SIMCA . Nel 1962 , entrò in Citroën , chiamato proprio da Flaminio Bertoni che allora era a capo del Centro Stile della Marca e che in quel momento necessitava di un assistente. Presso la Casa del Double Chevron ebbe modo di conoscere designer del calibro di Henri Dargent , oltre allo stesso Flaminio Bertoni. Il

Pneumatici ad alte prestazioni Vredestein Ultrac Vorti+ e Ultrac Vorti R+

Immagine
Apollo Vredestein , il marchio olandese di pneumatici, ha aggiornato la gamma dei suoi pneumatici estivi per SUV premium, auto ad alte prestazioni e vetture sportive. Ottimizzati per ruote di dimensioni maggiori (da 18" a 22"), i pneumatici Vredestein Ultrac Vorti+ e Vredestein Ultrac Vorti R+ sono caratterizzati da una nuova struttura e da mescole rinnovate. Il pneumatico Vredestein Ultrac Vorti+ ,   rispetto al suo predecessore Ultrac Vorti, ha una struttura della spalla e dei fianchi più rigida e una zona del tallone più ampia del 13%. Per il battistrada sono state utilizzate nuove mescole per una maggiore trazione su asciutto e bagnato. Nelle due immagini qui sopra, il pneumatico Vredestein Ultrac Vorti+. Nel loro insieme, gli aggiornamenti apportati si traducono in una maggiore precisione e risposta in curva e un miglioramento del 5% (dati basati su test interni paragonati ai precedenti Ultrac Vorti nella misura 245/45 R18 (Y) XL ) in termini di maneggevolezza sull'

Porsche adotta un nuovo processo di produzione per la chiusura delle cavità della scocca di Porsche Taycan

Immagine
Porsche ha sviluppato un nuovo processo di produzione presso il proprio quartier generale a Zuffenhausen e in collaborazione con TESA SE , il tutto per ottimizzare una delle azioni di rifinitura più importanti della scocca della P orsche Taycan , la recente vettura 100% elettrica della Casa. Come noto, ai fini di garantire la necessaria resistenza alla corrosione, le scocche presentano delle cavità per consentire un accesso completo anche alle superfici interne durante le fase di verniciatura. Queste cavità, a fine verniciatura, devono quindi essere richiuse per evitare l'ingresso di tutti gli elementi che potrebbero indurre corrosione, prima tra tutti l'acqua stessa. In luogo dei classici tappi in gomma, ora Porsche utilizza per la Taycan delle toppe sigillanti messe a punto in partnership con TESA SE. Ovviamente si tratta di toppe ad elevato contenuto tecnologico che, per il loro sviluppo, hanno richiesto tutto il know-how maturato da TESA SE su questo fronte. Alla fine del

1968 Dodge Charger R/T con motore HEMI, venduta per $231.000 all'asta Mecum di Houston, Texas

Immagine
  Questo incredibile esemplare di   Dodge Charger R/T del 1968   è stata battuta all'asta di Houston, che si è tenuta tra l'8 e il 10 aprile scorso,   per ben $231.000 . L'esemplare apparteneva ad uno dei lotti di   Mecum Auctions , la nota azienda americana specializzata in aste per veicoli da collezione. Quella che vedete in queste immagini, forniteci per gentile concessione da   Mecum Auctions , è   una delle 264 Dodge Charger R/T con trasmissione automatica prodotte nel 1968 .  Il 1968 fu un anno cruciale nel settore delle muscle car americane. Ad un passo dalla massima espressione di potenza, che si sarebbe concretizzata intorno al 1970, poco prima della crisi petrolifera, questa Dodge Charger R/T, venduta alla cifra astronomica di $231.000, è un esempio perfetto di ciò che gli americani intendevano per muscle car alla fine degli anni '60. Tra i tanti dettagli di questa  Dodge Charger R/T , vale veramente la pena sottolinearne alcuni tra quelli che l'hanno resa

1971 Lamborghini Miura SV, 50 anni fa l'esordio al Salone di Ginevra

Immagine
La Lamborghini Miura SV , l’ultima evoluzione del fortunatissimo progetto P400, venne ufficialmente presentata 50 anni fa al Salone di Ginevra del marzo 1971 , sullo stand della Carrozzeria Bertone . Nella stessa occasione venne presentato il Lamborghini Countach LP 500, definito un' idea di auto per la futura produzione. La Lamborghini Miura SV , dove V era l’acronimo di veloce, venne pensata per affiancarsi alla versione S ma, visto il successo che il mercato le avrebbe attribuito di lì a poco, la sostituì. La Lamborghini Miura SV è oggi la Lamborghini d’epoca di serie più ambita dal mercato ed è considerata la più alta espressione del concetto di supercar della sua epoca, nonché la migliore tra tutte le versioni Lamborghini Miura prodotte. Gli stessi ingegneri, Giampaolo Dallara e Paolo Stanzani , all’epoca responsabili tecnici della Lamborghini e padri della Lamborghini Miura e della Lamborghini Miura S , hanno confermato come la versione Lamborghini Miura SV abbia benefi

Candele Autolite Iridium Ultra®, pensate per i motori a iniezione diretta

Immagine
Come noto, dopo aver impazzato sui motori a ciclo Diesel, l'iniezione diretta ha trovato larga applicazione anche sui motori a benzina. I vantaggi che si ottengono impiegando l'iniezione diretta sono numerosi, ma ovviamente come accade sempre nel mondo della tecnica, esiste una seconda faccia della stessa medaglia. L'iniezione diretta di combustibile prevede, come noto, un getto di combustibile ad alta pressione direttamente in camera di combustione, aspetto tecnico che richiede l'utilizzo di candele specifiche, capaci di operare in queste condizioni fluidodinamiche di pressione e temperatura. Avevamo parlato a suo tempo di candele Bosch pensate e progettate per rispondere a queste esigenze. Bene, ora anche Autolite , la nota azienda americana con sede a Lake Forest in Illinois, Stati Uniti, ha messo a listino candele studiate per i famosi motori GDI ( Gasoline Direct Injection ). L'impiego dell'iniezione diretta di combustibile ha permesso di elevare in modo

2022 Skoda KODIAQ: fari Matrix full LED, nuova motorizzazione RS, design aggiornato e interni con nuovi dettagli

Immagine
Skoda KODIAQ si presenta in versione aggiornata: dopo circa quattro anni dall’avvio dell’offensiva SUV, Skoda sottopone a restyling il suo primo grande SUV di successo mondiale. La Casa automobilistica boema ha ulteriormente sviluppato e ottimizzato ai fini dell’aerodinamica l’emozionale design di Skoda KODIAQ, disponibile a richiesta con sette posti. Per la prima volta sono proposti innovativi fari Matrix full LED, mentre il modello top di gamma sportivo Skoda KODIAQ RS , oltre a un ulteriore trattamento estetico specifico, è ora equipaggiato con un nuovo motore TSI più potente . A partire da luglio 2021, Skoda KODIAQ sarà disponibile nelle versioni Active , Ambition e Style , L&K , SPORTLINE e RS . Per la prima volta, Skoda KODIAQ può essere dotato di sedili ergonomici, con differenti opzioni di regolazione elettrica, rivestimento in pelle traforata, ventilazione e funzione di massaggio. Fornibili a richiesta, i sedili Eco per le linee di allestimento Ambition e Style dispo

Motori V-8: albero motore piatto vs albero motore con perni di manovella a 90° - Cross-plane vs flat-plane

Immagine
Tra gli appassionati, questo argomento è oggetto di discussioni più o meno animate e, dal punto di vista emozionale, entrambe le due soluzioni hanno un lungo stuolo di sostenitori. Sotto il profilo tecnico, invece, la questione è ben definita e le differenze tra le due soluzioni evidenziano vantaggi e svantaggi. Vediamo quindi, nei limiti del possibile, di affrontare un argomento non semplice in modo comprensibile per chiunque. Qui sopra, l'albero motore piatto del 5,2 litri V-8 Ford montato sulla Ford Mustang Shelby GT350. Sopra, l'albero motore con perni di manovella sfasati di 90° montato sul motore General Motors LT1, il 6,2 litri V-8 a iniezione diretta e fasatura variabile. La notorietà dei motori V-8 è legata a due fattori principali: le prestazioni e il sound , due caratteristiche che sono influenzate sensibilmente dal tipo di architettura scelta per l'albero motore. I motori V-8 offrono un layout che consente di avere unità sufficientemente compatte, pur utilizza

Sava All Weather, il pneumatico da usare tutto l'anno

Immagine
Sava lancia il nuovo pneumatico All Weather con misure per cerchi da 14" a 18" . Negli ultimi anni si è registrato un crescente interesse per i pneumatici quattro stagioni, scelti da ben un quinto degli automobilisti secondo uno studio IPSOS sui pneumatici All-Season. Il segmento dei pneumatici All Season rimane quindi quello con il più rapido incremento, con un tasso di crescita medio annuo del 31% tra il 2014 e il 2019 (fonte: Europool ETRMA - Industria All season, 2019). Sava ha una storia che risale a più di 100 anni fa e nel tempo ha conquistato la fiducia degli automobilisti di tutta Europa. Il pneumatico Sava All Weather è stato progettato tenendo conto della variabilità delle strade europee, di cui l'Italia è un grande esempio, per durare a lungo, grazie all'elevato potenziale chilometrico, e garantire elevate prestazioni su un ampio spettro di condizioni, incluse superfici stradali bagnate o innevate. Le moderne tecnologie del p neumatico All Weather prom

DS 9 E-TENSE, il sistema DS Active Scan Suspension

Immagine
Che il marchio francese sia sempre stato all'avanguardia, non ci sono dubbi. Se poi si parla di sospensioni, sappiamo benissimo che questo costruttore ha sempre sostenuto una tecnologia di prim'ordine. In questo caso, parliamo di DS 9 E-TENSE e dell'innovativa tecnologia  DS Active Scan Suspension . Per migliorare ulteriormente il comportamento su strada, sia in termini di sicurezza, sia in fatto di comfort e piacere di guida, DS ha infatti introdotto su DS 9 E-TENSE questo nuovo sistema di controllo automatico delle sospensioni. Il sistema sfrutta il monitoraggio delle condizioni della strada attraverso una videocamera dedicata, in grado di rilevare le imperfezioni del fondo stradale nei cinque metri che precedono l'auto. Il sistema DS Active Scan Suspension provvede di conseguenza a regolare, in tempo reale, ed in maniera indipendente, le risposte di smorzamento dei quattro ammortizzatori.  Insieme alla videocamera, posizionata dietro il parabrezza, quattro captat

1955 GMC L'Universelle Concept, General Motors svela nuove immagini

Immagine
Il concetto di monovolume così come lo abbiamo digerito ormai da decenni fa sembrare quanto mai stramba questa ricerca di design che GMC, uno dei più noti brand di General Motors , sviluppò nell'ormai lontanissimo 1955 , quando portò alla luce L'Universelle . Al tempo, l'idea di monovolume era qualcosa di molto più ricercato rispetto alla filosofia di oggi, che vede questi veicoli come una delle soluzioni più comode per trasportare persone e bagagli in totale comfort e con tanto spazio a disposizione. Perché tirare fuori oggi quest'idea? Semplice, perché seguendo l'account Instagram di General Motors , abbiamo notato che l'azienda ha pubblicato nuovamente la foto del GMC L'Universelle del '55 , aggiungendone alcune inedite, tra cui una che mostra alcune fasi della realizzazione del modello in clay. Il GMC L'Universelle fece il suo debutto al Motorama Show del 1955 e per l'occasione si presentò con un bel 287ci V-8 sotto il cofano. Questo mot

Motorsport Next - Industry Innovation and Technology Transfer Global Forum

Immagine
L’industria del motorsport scalda i motori per Motorsport Next Industry Innovation and Technology Transfer Global Forum . La manifestazione digitale, co-organizzata da ANFIA–Motorsport e Autopromotec , al suo debutto il 30 giugno, è stata ideata per favorire l’incontro tre le più importanti aziende italiane legate al motorsport e gli attori, nazionali e internazionali, dei settori tecnologicamente più affini. L’obiettivo degli organizzatori è facilitare le attività di networking tra gli operatori, così da creare nuove opportunità di business. L’evento verrà trasmesso su una piattaforma web che sfrutta tecnologie di conferencing digitale. In questo modo, pubblico e aziende partecipanti potranno interagire scambiandosi informazioni e contatti all’interno di aree virtuali. Chi è ANFIA-Motorsport Nata nel 2016, è una sezione di ANFIA ( Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica ) che raccoglie alcune fra le principali realtà operanti nel settore. La filiera italia

ZF Full-Range Radar 4D per SAIC Motor Corporation, il radar che riconosce l'ambiente circostante

Immagine
ZF ha ricevuto un contratto produttivo per la sua tecnologia Full-Range Radar da parte della cinese SAIC Motor Corporation . Il Full-Range Radar di ZF percepisce l’ambiente che circonda il veicolo, identificando ciò che c'è intorno al veicolo attraverso 4 misure, inclusa l’altezza. Di fatto, questo lo rende simile, in termini di capacità, alle telecamere e ai LiDAR . Quando abbinato a queste tecnologie, il radar ad alta risoluzione può contribuire ad assicurare la sicurezza e l’affidabilità necessarie a consentire la guida semi e altamente automatizzata , anche di livello 4 . Sopra, con o ltre 190 canali, il Full-Range Radar di ZF assicura una risoluzione 16 volte superiore rispetto a un tipico radar automotive e, come mostrato, può essere combinato con la gamma completa di telecamere e LiDAR, per una percezione estremamente accurata dell’ambiente. La tecnologia Full-Range Radar è ad alta risoluzione nelle 4 misure di distanza, velocità, azimuth (orizzontale) ed elevazio

Evoluzione della Fiat Ritmo dal 1978 al 1985

Immagine
La Fiat Ritmo è stata sicuramente una vettura importante nella storia di Fiat. Quando questo modello arrivò al 1985, venne introdotta una nuova gamma di cui abbiamo parlato in un articolo precedente a cui rimandiamo per ulteriori approfondimenti. Qui di seguito vi proponiamo un elenco temporale che ripercorre i momenti salienti di questa evoluzione, partendo dal 1978 e arrivando al 1985. Concludiamo poi, con qualche considerazione sul mercato della Fiat Ritmo ai tempi. Sopra, la Fiat Ritmo del 1982. 1978 : presentazione della Fiat Ritmo al Salone di Torino con tre motorizzazioni (1100, 1300,1500) e potenze rispettive di 60 CV, 65 CV e 70 CV; cambio a 4 o 5 marce. Due allestimenti: L e CL, carrozzeria a 3 e 5 porte. 1979 : versione economica della Fiat Ritmo 60, con motore 1.050 cc prodotto in Brasile. Serie Speciale della 65 (Ritmo Targa oro) Sopra, la Fiat Ritmo Targa Oro del periodo 1979-1981. 1980 : nasce la Fiat Ritmo Diesel con motore di 1.714 cc e 55 CV; carrozzeria a 5 porte e

Articoli popolari

La Fiat 127 e il motore 903

C’era una volta: Alfa Romeo 33 Stradale by Marazzi

2021 Audi Q3 e Audi Q3 Sportback sono disponibili con nuovi allestimenti

Haval H2: arriva sul mercato il restyling

Akio Toyoda, il presidente di Toyota è la persona dell'anno dell'auto per il 2021

Il motore Toyota 2JZ-GTE, ancora oggi una leggenda

2021 - Mini Countryman

Motorsport Next - Industry Innovation and Technology Transfer Global Forum

2021 Skoda Octavia 1.5 G-TEC 130 CV DSG, ora anche a metano

2021 - Mercedes-Benz GLA: stile, prestazioni, comfort e compattezza